Come scegliere una pasta di buona qualità? Un nutrizionista spiega a cosa fare attenzione

La pasta fa parte dell'alimentazione quotidiana di milioni di italiani, per cui mangiarne una di buona qualità è essenziale. Dal momento che sugli scaffali dei supermercati si trovano numerose marche e qualità diverse, come fare a scegliere quella 'giusta'? Un nutrizionista ha spiegato quali sono i dettagli da osservare sui pacchi.

Pasta, pizza, sole e mandolino. Lo stereotipo vuole che l'Italia sia il paese di questi quattro (e più) elementi. Che milioni di italiani mangino pasta almeno cinque volte a settimana è innegabile. Dato che la saggezza popolare ci insegna che siamo quello che mangiamo, è importantissimo sceglierne una di qualità. A lungo andare, consumare pasta preparata con farine scadenti può provocare danni alla nostra salute.

La pasta fa parte della vita quotidiana di ognuno di noi.
La pasta fa parte della vita quotidiana di ognuno di noi.

Inoltre non va sottovalutato il fatto che molte aziende usino pesticidi sul grano coltivato e svolgano parte della produzione in paesi extraeuropei. Il dottor Davide Crispini, uno dei nutrizionisti italiani più seguiti su TikTok, ha dedicato un video proprio all'alimento base della dieta e fornito i suoi consigli su quale scegliere. Va precisato che il nutrizionista si trova in un supermercato, dove dunque la scelta è piuttosto ampia. Nel minimarket del piccolo paese, la normalità è che sugli scaffali ci siano tre o al massimo quattro marchi di pasta, probabilmente quelli prodotti da multinazionali che fanno pubblicità in televisione.

Come scegliere la pasta di buona qualità: i consigli di un nutrizionista

Il nutrizionista afferma che la prima cosa a cui prestare attenzione è il packaging. Se c'è la bandiera italiana, non vuol dire necessariamente che sia un prodotto al 100% italiano. Il dottore porta l'esempio di una pasta (non faremo il nome) che sulla parte anteriore pacco esibisce la bandiera italiana, ma in piccolo, in quella posteriore, specifica che è coltivata in paesi dell'Unione Europea ed extraeuropei e che soltanto la molitura avviene in Italia. Il secondo consiglio riguarda la qualità del grano. Ecco il video completo: in 120 secondi, il dottore spiega come scegliere una pasta di buona qualità:

@davidecrispini

🍝🛒COME SCEGLIERE UNA PASTA DI OTTIMA QUALITÀ AL SUPERMERCATO? ⚠️ECCO 3 CONSIGLI ➕1️⃣ DEL DOC DA SFRUTTARE 💪💪 🤔LO SAPEVATE? 💬FATECI SAPERE COME SCEGLIETE LA PASTA E SE VI INTERESSA L’ARGOMENTO🙋🏻‍♂️ #medico #pasta #dieta #salute #supermercato

♬ suono originale - Dott. Davide Crispini

Insomma, la cosa migliore da fare è tenere a mente questi consigli e, la prossima volta al supermercato, leggere con grande attenzione ogni singola scritta sul pacco. Indirettamente, il nutrizionista consiglia di consumare soprattutto pasta integrale, anziché quella 'bianca', dal momento che la prima è preparata con farine di qualità più alta e contiene più fibre, nutrienti essenziali per una corretta alimentazione. La cattiva notizia è che, solitamente, la pasta che costa di più è quella con le migliori proprietà nutritive; viceversa quella economica, spesso, è preparata con farine meno nutrienti. Dal momento che mangiamo pasta praticamente ogni giorno, è importante averne nella dispensa una di buona qualità.

LEGGI ANCHE: Supermercato, le casse d'acqua possono essere lasciate all'esterno o al sole? La risposta e il motivo

Lascia un commento