"Sono stata multata per quasi 2000€ in un aeroporto australiano: ho dimenticato di fare questa cosa"

Una donna anziana ha ammesso di aver dimenticato di fare una cosa "semplice", che le è costata una multa di circa 2000€ in un aeroporto australiano. Le regole di sicurezza del paese oceanico sono stringenti e una piccola dimenticanza può causare guai (economici) seri.

Decine di migliaia di italiani sono stati letteralmente ossessionati dal programma televisivo 'Airport Security', che in Italia andava in onda su Real Time. In particolare hanno apprezzato gli episodi registrati in Australia, paese in cui le norme di sicurezza aeroportuale sono tra le più severe dell'intero pianeta. Ma perché, nel paese oceanico, le regole sono così stringenti? I motivi sono molteplici. In primis, c'entra l'ecosistema unico, con numerose specie di flora e fauna che non si trovano altrove. L'eventuale ingresso di specie estranee può distruggere tale equilibrio.

Stesso discorso per le malattie: poco importa che vadano a colpire umani, animali o vegetali. C'entra, infatti, anche la storia di epidemie e pestilenze sofferte in passato, che hanno convinto i governi a adottare misure più stringenti nei luoghi d'ingresso, ovvero gli aeroporti. La posizione isolata, insomma, da una parte aiuta e dall'altra no, rendendo l'ambiente fragile e più esposto ai patogeni. La popolazione umana e animale, infatti, ha meno 'anticorpi' rispetto a quella di altri continenti. Ecco perché le regole di bio-sicurezza sono particolarmente stringenti e forse sono tra le più rigide al mondo. Lo sa bene una donna neozelandese, che ha ricevuto una multa pesantissima proprio in Australia.

Multata in un aeroporto australiano per una 'semplice' dimenticanza

La protagonista di questa storia si chiama June Armstrong e ha 77 anni. La donna è arrivata all'aeroporto di Brisbane (Australia) con un volo di tre ore e mezza da Christchurch (Nuova Zelanda). Prima di partire, ha acquistato un panino al pollo, mangiandone una metà e conservando il resto nel suo bagaglio a mano, pensando di mangiarlo a bordo dell'aereo. La stanchezza, però, l'ha fatta addormentare e, al risveglio in aereo, ha avuto appena il tempo per firmare una carta in cui ha dichiarato alcuni medicinali che aveva appresso, dimenticando il sandwich. Una dimenticanza grave: al controllo sicurezza in Australia, gli agenti hanno trovato il panino e l'hanno multata.

Un panino con il pollo (foto stock)
Un panino con il pollo (foto stock), a quanto pare vietato negli aeroporti australiani.

"Mi hanno controllato la valigia e detto che quel panino doveva essere dichiarato. Io ho risposto che potevano gettarlo via, ma loro hanno ribattuto che mi avrebbero multato per 3.300 dollari australiani (circa 1800€, ndr). Pensavo stessero scherzando, poi mi hanno portato la multa vera e propria e ho capito che era tutto vero". A quel punto, la 77enne è scoppiata in lacrime: "È più della pensione mensile che ricevo. Non capisco perché sia una multa così alta. Volevo continuare a controbattere, ma mio marito mi ha intimato di pagarla, perché avremmo solo perso tempo". Un rappresentante del Dipartimento di Agricoltura della nazione oceanica ha spiegato perché esistono regole così stringenti su un 'innocente' panino con pollo: "La carne di pollo rappresenta un enorme rischio di biosicurezza per l'Australia. Da questi animali, si può diffondere il virus dell'aviaria, che andrebbe a colpire il pollame di allevamento, ma anche gli uccelli selvatici del paese".

LEGGI ANCHE: Italiana che vive in Australia mostra le stranezze più grandi: "Hanno un concetto di igiene tutto loro"

Lascia un commento