Striscia, 'cipolle illegali' in vendita sui social: la scoperta di Riccardo Trombetta è assurda

Il nuovo servizio realizzato da Riccardo Trombetta, inviato di Striscia la Notizia, riguarda i fuochi d'artificio e, in particolare, i fuochi d'artificio illegali. L'inviato ha, infatti, ricevuto delle segnalazioni riguardanti la vendita sui social di 'botti' realizzati in maniera completamente artigianale.

Ieri sera, sabato 25 novembre 2023, è stata trasmessa l'ultima puntata settimanale di Striscia la Notizia. Il tg satirico ideato da Antonio Ricci, infatti, va in onda su Canale 5 dal lunedì al sabato. Tra i servizi trasmessi ieri, non può non essere citato quello realizzato da Riccardo Trombetta. Il noto inviato, conduttore e produttore televisivo italiano ha parlato, in particolare, di 'cipolle illegali'. Ci riferiamo ad alcune tipologie di fuochi d'artificio, che si trovano in vendita sui social, e che sarebbero realizzate in maniera completamente artigianale e, dunque, illegale.

L'inviato del programma condotto da Roberto Lipari e Sergio Friscia ha, giustamente, spiegato che il periodo natalizio si avvicina e, come ogni anno, la vendita di fuochi d'artificio aumenta. Al contempo, aumenta anche la vendita di fuochi non a norma e pericolosi e, dunque, il rischio di incidenti gravi. "Ebbene, ci hanno segnalato dei furbacchioni che venderebbero tranquillamente sui social molti di questi fuochi d'artificio illegali. E, così, fingendo di essere interessati ad acquistare questa merce proibita e pericolosa li abbiamo incontrati di persona", ha spiegato Trombetta.

Striscia la Notizia: il servizio di Riccardo Trombetta sui fuochi d'artificio illegali

A questo punto, dunque, Trombetta ha incaricato un suo gancio di cercare di capirne di più. Quest'ultimo ha, dunque, incontrato uno dei venditori, per avere maggiori dettagli sulla merce venduta. Dopo aver dato alcune istruzioni su come utilizzare i prodotti venduti, il venditore ha detto: "Questi qua li appoggi, li accendi e ti levi. I bomboni saranno cinque secondi. [...] Tanto fa prima 'pam pam pam'. Però, visto che sono fatti in casa, non ti fidare mai del 'pam pam pam'. Non li facciamo noi, noi li prendiamo già fatti. Non ti fidare mai, ok?". A questo punto, Trombetta si è presentato davanti al venditore, che ha immediatamente cercato di scappare, dopo averlo mandato a quel paese.

cipolle-illegali-striscia-la-notizia-fuochi-artificio
Uno degli annunci pubblicati sui social. (Fonte: Striscia la Notizia - Canale 5).

Trombetta l'ha rincorso e, nella fuga, il venditore ha perso una delle sei 'cipolle'. Trombetta non è riuscito a catturarlo, ma è stato, poi, contattato dal venditore stesso. "Togli la telecamera, vieni senza guardie, ti spacco la testa", ha detto il venditore, minacciando l'inviato.

striscia-la-notizia-cipolla-riccardo-trombetta
Riccardo Trombetta mostra la cipolla illegale. (Fonte: Striscia la Notizia - Canale 5).

Dopo aver chiuso la telefonata, l'inviato ha mostrato la 'cipolla' persa dal venditore, spiegando di cosa si tratta esattamente. "Ed ecco qui cosa si è perso per strada il nostro venditore abusivo di fuochi d'artificio: quella che in gergo tecnico viene chiamata 'cipolla'. Ovvero, un fuoco d'artificio completamente illegale perché realizzato in maniera del tutto artigianale, e completamente pieno di polvere da sparo. Non può essere venduto, eppure lui ne ha portati qui sei", ha detto Trombetta, invitando i telespettatori a non acquistare mai questi fuochi, e a fidarsi solo di quelli completamente legali e venduti nei negozi specializzati.

LEGGI ANCHE>>>Striscia, Max Laudadio smaschera un'agenzia di viaggi: la reazione dell'amministratore al suo arrivo è assurda

Lascia un commento