"Ho comprato una giacca usata su Facebook, il venditore voleva portarmi nella sua cantina", il racconto da brividi di una donna

Sempre più persone acquistano oggetti di seconda mano, in particolar modo vestiti. Una donna ha raccontato di averne trovata una su Facebook, ma l'incontro con il venditore è stato stranissimo: "Voleva portarmi in cantina".

Il commercio è cambiato radicalmente negli ultimi dieci anni. Di mese in mese, dal 2013 a oggi sono cresciuti sempre di più gli ordini da e-commerce. Negli ultimi tre anni, poi, è letteralmente esploso il mercato dei beni di seconda mano, in particolare vestiti. Quasi sempre si risparmia, ma non solo: spesso si trovano capi unici e fuori produzione, oltre a limitare il proprio impatto ambientale. Per questo motivo, app come Vinted, Subito e Facebook Marketplace hanno visto un grosso aumento degli utenti e degli annunci. Quasi sempre, l'acquisto avviene dal vivo: venditore e acquirente si incontrano per scambiarsi merce e denaro.

Il mercato degli abiti di seconda mano è in forte crescita.
Il mercato degli abiti di seconda mano è in forte crescita.

99 volte su 100, la vendita inizia e finisce senza intoppi: l'acquirente paga e il venditore incassa. Altre volte, però, capitano cose leggermente preoccupati. Una donna, su TikTok, ha raccontato di come un venditore abbia provato a farla entrare nella sua cantina. "Sono sicura che gli uomini che ascolteranno questa storia non ci troveranno nulla di sbagliato, per cui voglio sentire pareri femminili", ha raccontato in un video che in meno di 48 ore ha già raggiunto un milione di visualizzazioni. "Sono giustificata nel sentirmi spaventata? Sto esagerando io o anche voi vi sareste sentite come me?", ha iniziato così il suo video.

Il venditore prova a farla entrare in cantina

La donna, madre di una ragazza adolescente, ha fatto sapere di aver trovato una giacca per sua figlia, che nuova costa 400 dollari. Per questo, l'ha cercata su Facebook Marketplace, usata, trovandone una in buone condizioni a 300$. "Ho fissato l'appuntamento con il venditore alle 10 di mattina a casa sua. Sapeva perfettamente che sarei arrivata lì a quell'ora. La prima cosa che noto è che tutte le luci sono spente. Busso, mi apre il tizio e la prima cosa che dice è: 'Wow, guarda il cielo!', dopodiché mi chiede come potesse aiutarmi. Io gli ricordo della giacca, ma lui sembra smarrito, nonostante avessimo parlato via messaggio pochi minuti prima".

Dopodiché, l'uomo sembra ricordarsene e le dica che la giacca è in cantina, chiedendole di scendere con lui. "Lì scatta il campanello d'allarme. Com'è possibile che non ce l'avesse già pronta? Perché voleva farmi andare nella sua cantina? A quel punto, mando al diavolo l'educazione e gli dico: 'No, scendi tu e portala qui'". Ancora più strano quanto succede dopo: l'uomo ritorna nel giro di pochi secondi, per cui la giacca non era sicuramente nella cantina. Non è finita qui: "Mi chiede: 'Forse c'è qualcos'altro che vuoi giù in cantina?' e io gli dico: 'No, solo la giacca'". Mentre tornava a casa, la donna sostiene di aver provato paura: "Avevo il cuore a mille, le gambe molli e nelle vene sentivo scorrere il ghiaccio". La maggior parte dei commenti incoraggia la donna e le fa sapere di aver preso la decisione giusta. "Fidati sempre del sesto senso. Forse voleva davvero venderti altri vestiti usati, ma in una situazione del genere con uno sconosciuto è giustissimo rifiutare".

Questo il video originale (in inglese e della durata di tre minuti):

@coffeetillvodka

Women, was i justified in feeling scared? Men don’t realize that these are the thoughts going through women’s heads all the time. Contsantly being on our toes just in case.

♬ original sound - ali 🖤

LEGGI ANCHE: Prende i mobili che il vicino voleva gettare nell'immondizia e li rivende: quanto ha guadagnato

Lascia un commento