Il Metodo Fenoglio, scoppia la bufera sulla fiction Rai con Alessio Boni: "Promossa, ma solo a metà: cosa la rovina"

Il Metodo Fenoglio - la fiction Rai con Alessio Boni andata in onda ieri sera su Rai 1 - piace, ma riscontrerebbe un unico difetto secondo gli utenti del web: ecco cosa fa scoppiare la bufera

La serata di ieri ha visto l'esordio in prima serata su Rai 1 de "Il Metodo Fenoglio", la serie TV tratta dalla trilogia "Il Maresciallo Fenoglio" di Gianrico Carofiglio. Il protagonista, il maresciallo piemontese Pietro Fenoglio, è interpretato magistralmente da Alessio Boni, noto volto del panorama televisivo italiano. La fiction è stata realizzata sotto la supervisione dello stesso Carofiglio per la sceneggiatura. Invece, la regia è affidata ad Alessandro Casale. Infine, la produzione è frutto della collaborazione tra Clemart srl, Rai Fiction, e Latina Film Commission.

La trama si svolge a Bari nel 1991, in seguito all'incendio doloso del Teatro Petruzzelli, un evento che ha scosso profondamente la città. Così, il maresciallo Fenoglio si trova a dover gestire una serie di agguati, uccisioni e omicidi di mafia che creano un clima di terrore senza precedenti. La tensione raggiunge l'apice quando emerge che il figlio del potente boss Nicola Grimaldi è stato sequestrato. Questo apre la strada a sospetti e indagini che sveleranno una realtà più complessa di quanto Fenoglio possa immaginare. Ma com'è andato l'inizio di questo nuovo prodotto targato Rai? Scopriamo senza ulteriori indugi l'accoglienza del pubblico.

Il Metodo Fenoglio, cosa non è piaciuto al pubblico: "Tutto bello, ma..."

La prima puntata della serie ha ricevuto un'accoglienza positiva da parte del pubblico, con alcuni commenti social che avrebbero anche paragonato il personaggio di Fenoglio al celebre Commissario Montalbano, creato dallo scrittore Andrea Camilleri. Montalbano, interpretato per anni da Luca Zingaretti nell'omonima fiction Rai, è un iconico investigatore che ha conquistato il cuore degli spettatori con le sue indagini nel contesto della Sicilia e in effetti le similitudini con Fenoglio potrebbero essere tante.

Tuttavia, alcuni spettatori avrebbero evidenziato un aspetto critico ne "Il Metodo Fenoglio" riguardante l'uso prolungato del dialetto barese nella fiction. Molti hanno apprezzato la cura nel rendere autentico l'ambiente, ma hanno notato che l'abbondanza del dialetto potrebbe rappresentare una barriera per coloro che non lo capiscono completamente.

Il Metodo Fenoglio
Commenti Twitter/X su Il Metodo Fenoglio

Alcuni commenti sui social media hanno sottolineato questo aspetto, evidenziando la necessità di rendere i programmi più accessibili a un pubblico più ampio, compresi coloro che non sono familiari con i dialetti regionali: "Belli i dialetti ma se non li capisci si mette male....", "Bellissimo finale. Per me fiction promossa, bravi gli attori, buono i dialoghi, intrigante la trama. Unico difetto, troppo dialetto. Per chi non lo capisce a volte è un problema", "La Rai rimane sempre TeleNapoli, però stavolta questi sapevano recitare. Speriamo in programmi in lingua italiana, comprensibili da Aosta a Lecce. Magari anche ambientati in altre latitudini".

LEGGI ANCHE: Grande Fratello, anticipazioni bomba: forti emozioni per una concorrente e un attesissimo confronto

Lascia un commento