Striscia, al Pronto Soccorso di un ospedale campano succede addirittura questo: "La situazione è sconcertante", il servizio di Luca Abete

Pazienti restano sulla barella anche per diversi giorni: ecco cosa sarebbe successo all'Ospedale del Mare, a Napoli. Dopo aver ricevuto alcune segnalazioni, Luca Abete, inviato di Striscia la Notizia, ha cercato di approfondire quanto accaduto, recandosi presso il Pronto Soccorso dell'ospedale.

Luca Abete, inviato di Striscia la Notizia, si è recato all'Ospedale del Mare, a Napoli, dopo aver ricevuto alcune segnalazioni riguardanti i reparti di questo ospedale. In particolare, Abete ha raccontato di essersi recato al Pronto Soccorso dell'ospedale, e di aver trovato, lì, diverse persone che attendevano di entrare, accompagnate da "un bel po' di parenti". Parlando con parenti di alcune persone che già erano state ricoverate al Pronto Soccorso, Abete ha scoperto che alcuni di loro avrebbero dormito per diversi giorni sulla barella, senza avere un posto letto a disposizione.

"Sono cinque giorni che il suo parente si trova al Pronto Soccorso, sul lettino con la brandina?", ha chiesto uno dei collaboratori dell'inviato del tg satirico ideato da Antonio Ricci, incredulo. Il suo interlocutore gli ha dato la conferma, aggiungendo che il paziente avrebbe fatto anche la dialisi in tre dei cinque giorni. Ma non è l'unico caso: diverse persone intervistate dal collaboratore di Abete, infatti, avrebbero dei parenti ricoverati al Pronto Soccorso, 'parcheggiati' nel reparto da giorni.

Striscia la Notizia: il servizio di Luca Abete

"Dentro, la situazione è davvero sconcertante: ai pazienti, giunti per cure di emergenza, se ne sommano decine parcheggiati da giorni. Si può assistere, così, ad ammassi di barelle che intasano i locali", ha spiegato Abete. Non solo: alcuni dei pazienti avrebbero anche lamentato la situazione della pulizia dei bagni. "Da stamattina non vado, ci sono escrementi dappertutto", ha detto uno dei pazienti. Insomma, la situazione sembrerebbe davvero assurda. A questo punto, il collaboratore dell'inviato ha cercato di ottenere maggiori informazioni dal personale che lavora nell'ospedale.

luca-abete-striscia-la-notizia-napoli-corridoio
Un'immagine interna dal corridoio dell'Ospedale del Mare. (Fonte: Striscia la Notizia - Mediaset - Canale 5).

"E che dobbiamo fare noi, li mandiamo a casa? Se i posti nei reparti non ci sono! Se i reparti non ci danno disponibilità a ricoverare, a noi come Pronto Soccorso, poi noi dove dobbiamo metterli i pazienti?", ha detto uno degli addetti al Pronto Soccorso. La testimonianza di una parente di una paziente anziana, poi, è forse la più sconcertante. "Io ho mia nonna in coma da ieri sera. Non ci hanno ancora detto niente: è in Pronto Soccorso in codice rosso, ha avuto un ictus troncale. Ha 90 anni, ma non è stata ancora trasportata in reparto", ha detto una delle pazienti: succederebbe, dunque, ancora questo.

Abete ha chiesto a una delle addette del reparto se fosse un Pronto Soccorso o, a questo punto, un reparto degenza. "È praticamente un reparto degenza: tanti accessi, troppi. Lo so. Ma i parenti non possono entrare, perché non c'è spazio", ha detto quest'ultima. Alla fine, l'inviato ha parlato con la Direzione. "Purtroppo, il nostro ospedale è un DEA di secondo livello, che prende tutto il bacino di Napoli e anche la Provincia. E, purtroppo, accade a volte che non abbiamo posti disponibili. Non dovrebbe accadere, ma è così", hanno spiegato. La situazione, insomma, è davvero drammatica: si attendono aggiornamenti sulla questione.

LEGGI ANCHE>>>Striscia, aspirapolvere emette strane voci umane e terrorizza una donna: il servizio di Capitan Ventosa è assurdo

Lascia un commento