Foca dalla sella, le mamme di questi animali sono tra le peggiori: cosa fanno dopo due settimane

La foca dalla sella è uno degli animali più affascinanti di tutti, ma le mamme hanno anche una caratteristica molto particolare: il loro istinto materno è...decisamente singolare! Scoprite perché nel nostro articolo.

Le foche sono dei mammiferi marini, che fanno parte della superfamiglia dei pinnipedi. Questi animali si sono, nei secoli, adattati alla vita marina e, per questo, al posto delle zampe hanno le pinne: da questo deriva il nome 'pinnipedi'. In particolare, quella delle foche è una famiglia di mammiferi, che viene chiamata anche 'phocidae', o famiglia dei 'focidi'. Tra le varie specie di foche, ci sono anche le cosiddette 'foche dalla sella' o, in inglese, 'harp seal'.

Le foche dalla sella, o foche della Groenlandia, sono caratterizzate dalla presenza di un mantello di peli bianchi, che, dopo circa un mese dalla nascita, cade completamente, facendo spazio a una pelliccia molto più sottile e scura. Dal quarto anno d'età, circa, si forma una sorta di disegno ad arpa, che è il motivo per il quale vengono chiamate 'foche arpa'. Queste foche vivono in Groenlandia e nei pressi del mare Artico e nel nord dell'Oceano Atlantico.

Foca dalla sella: la scelta inusuale delle mamme di questi animali

Proprio per questo, come potete immaginare, le foche dalla sella devono essere abituate sin da piccole a sopravvivere a temperature bassissime e freddissime, e a una vita non facilissima. Per fortuna, i cuccioli di foca dalla sella hanno la loro mamma, che li nutre e li protegge per le prime due settimane di vita. Come si vede nel video pubblicato sul canale YouTube 1 Minute Animals, riportato qui in basso, le mamme foche nutrono i loro cuccioli con del latte ricco di grasso ogni giorno: questo serve a permettere la formazione di strati di pelle e grasso, indispensabile per la sopravvivenza. Dopo dodici o quattordici giorni, però, succede qualcosa.

Le mamme, infatti, abbandonano completamente i loro cuccioli, lasciandoli sopravvivere da soli. Un gesto assolutamente strano e che, per questo, ci fa pensare che le mamme delle foche non siano proprio tra gli animali che hanno un istinto materno più sviluppato. Come apprendiamo dalla famosa rivista National Geographic, però, le mamme fanno questo per permettere ai loro cuccioli di abituarsi alla difficile vita, imparando a nuotare, a nutrirsi da soli e a sfuggire dai predatori. Sfortunatamente, però, non tutti sopravvivono, e possono morire nei primi mesi di vita: tra il 20 e il 30% di questi cuccioli non sopravvive alla prova. Chi riesce a sopravvivere, continua National Geographic, riesce, però, a tramandare geni forti e resistenti ai loro cuccioli!

foca-cuccioli-sella-animali-mamme
Tre graziosi cuccioli di foca. (Immagine realizzata mediante l'Intelligenza Artificiale).

LEGGI ANCHE>>>Tiktoker americano fa credere al coinquilino italiano di aver cucinato il suo animale da compagnia: cosa succede dopo

Lascia un commento