Panettone, come riconoscere quello vero: ecco a cosa bisogna far caso

Il panettone è uno dei dolci più amati della tradizione culinaria italiana: scoprite come riconoscere quelli veri e quelli più buoni in questo articolo!

Tra i dolci associati al Natale, uno di quelli più amati e noti è sicuramente il panettone. Il panettone è uno dei dolci italiani più famosi al mondo, ed è molto diffuso anche in America latina. Anche in Paesi come l'Argentina, l'Uruguay e il Perù, infatti, questo dolce viene consumato in grandi quantità durante il periodo natalizio. L'origine di questo amatissimo dolce, però, è da individuare nella regione della Lombardia.

Se il pandoro, infatti, fa parte della tradizione dolciaria veneta, il panettone è, per antonomasia, la 'torta di Milano'. Nonostante ciò, però, esso viene consumato alla Valle d'Aosta alla Sicilia, in tutte le regioni d'Italia. A partire dal mese di dicembre, e in realtà anche prima, se ne trovano tantissimi in tutti i supermercati italiani. Ne possiamo trovare di tutti i tipi e di tutti i prezzi: ma quali sono i trucchi per scegliere un buon panettone?

Panettone: ecco come riconoscere quello vero, e quali dettagli considerare per l'acquisto

Massimiliano Dona, noto esperto di tutela dei consumatori e Presidente dell'Unione Nazionale dei Consumatori, ha recentemente rivelato alcuni trucchi per riconoscere un buon panettone. Nel corso di una sua ospitata in una famosa trasmissione televisiva, infatti, Dona ha, prima di tutto, spiegato che il Panettone è regolamentato dalla legge italiana, così come anche il pandoro. Solo se troviamo la parola 'Panettone' sulla scatola, infatti, possiamo essere sicuri che si tratti veramente di panettone. Se vediamo, invece, le parole 'Dolce di Natale', questi non sono panettoni, per quanto lo possano sembrare esteticamente.

panettone-tagliato-a-fette-come-riconoscere-elementi
Un panettone tagliato a fette. (Immagine realizzata mediante l'Intelligenza Artificiale).

L'etichetta, inoltre, ci aiuta tantissimo. Dona ha consigliato, infatti, di far caso agli ingredienti riportati sull'etichetta e, in particolare, che ci sia una percentuale maggiore di uova e di canditi, e anche di uvetta. Bisogna, altresì, selezionare un panettone che sia stato realizzato con delle uova di buona qualità.

Come si vede nel video pubblicato qui sopra, bisogna fare, altresì, attenzione alla scatola: è necessario che anche la scatola sia di buona qualità, e che non sia quella tipica del dolce della tradizione. Dona ha, inoltre aggiunto, che la norma prevede che siano presenti anche l'uvetta e i canditi. Il disciplinare prevede, l'obbligo di mettere questi ingredienti nel panettone classico, ma non metterli non è contro la legge. Esistono, infatti, anche i panettoni farciti. È naturale, però, che, qualora i canditi mancassero o ci fosse un'altra farcitura, le aziende produttrici sarebbero obbligate a indicarlo in maniera chiara sulla scatola! Infine, è necessario dare anche un occhio al peso, oltre che al prezzo: la dimensione della scatola, infatti, può ingannarci, ma il peso netto no!

LEGGI ANCHE>>>Romina Carrisi, casa stravolta per le feste: il dettaglio insolito sull'albero di Natale

Lascia un commento