Un video degli Anni '60 immaginava così la vita nel 2000: "Hanno indovinato praticamente tutto"

Un video degli Anni '60 ha provato a immaginare la vita negli anni 2000. Per quanto le immagini non mostrino esattamente le abitudini odierne (questo sarebbe preoccupante), i concetti di base sono stati indovinati con una precisione totale.

Praticamente ognuno di noi si è chiesto, almeno una volta, come sarà la vita tra cent'anni. Essendoci un mare di variabili in gioco, è quasi impossibile indovinare con precisione assoluta. Studiando il passato e osservando il presente, però, è possibile farsi un'idea su quali tecnologie vedranno un avanzamento e quali scompariranno. Vi ricordate le cabine telefoniche? Nel 2023 anche le ultime 'sopravvissute' sono state rimosse. Parlando più in generale, è pressoché certo che nei prossimi 50 anni l'Intelligenza Artificiale e i robot avranno una rilevanza non da poco nel mondo del lavoro. Alcuni mestieri sono già a rischio, ma a 'rivoluzione' completata quali saranno gli effetti finali?

L'Intelligenza Artificiale eliminerà numerosi posti di lavoro. La domanda è: ne creerà altrettanti?
L'Intelligenza Artificiale eliminerà numerosi posti di lavoro. La domanda è: ne creerà altrettanti?

Vari studi sono concordi nell'affermare che i mestieri di ufficio sono quelli più facilmente sostituibili dall'Intelligenza Artificiale. Impiegati e assistenti amministrativi non particolarmente specializzati, infatti, potrebbero non servire più nel giro di massimo dieci anni. Stesso discorso per gli addetti alle vendite: cassieri e commessi potrebbero essere sostituiti da casse automatiche e, pertanto, la richiesta di manodopera sul mercato di queste figure professionali diminuirà fino a scomparire. A rischio sono anche i conducenti dei mezzi pubblici: posto che in un paese come l'Italia, nel 2023, è prematuro parlare di auto o autobus che si guidano da soli, è più facile sostituire i macchinisti delle metropolitane o di altri mezzi che compiono un percorso sempre uguale e meccanico.

Un video degli Anni '60 si immaginava così la vita nel 2000

Quelle di sopra sono previsioni: c'è una buona possibilità che si avverino, ma non manca un tocco di imprevedibilità. Su Twitter/X, è tornato in auge un video realizzato negli Anni '60, che si immaginava la vita dopo il 2000. Il filmato si apre con una casalinga in cucina che viene 'chiamata' dal figlio e del marito, i quali affermano di avere fame. Vi dicono niente le videochiamate tramite le app di messaggistica? La donna, poi, guarda su uno schermo il menù del giorno per ogni singolo componente della famiglia, come fanno le tante app che consigliano pasti per una dieta equilibrata.

La parte del cibo merita una menzione a parte. La voce in inglese dice che: "Nel futuro, la maggior parte dei cibi saranno surgelati e in monoporzione, in modo da essere pronti in pochi secondi. Gli esseri umani useranno piatti usa e getta e un computer suggerirà il loro il menù del giorno in base alle loro esigenze nutrizionali". Che milioni di persone, specialmente negli Stati Uniti, mangino cibi surgelati e riscaldati da un microonde è innegabile. Altrettanto vero il fatto che l'uomo di oggi sia sempre più attento a seguire una dieta equilibrata. Forse non c'è stata l'esplosione prevista dei cibi monoporzione e surgelati, ma è innegabile che la profezia degli Anni '60 si sia avverata quasi del tutto, in modalità leggermente diverse nella forma ma quasi identiche nella sostanza

LEGGI ANCHE: Rai, spunta l'intervista di una casalinga degli Anni '50: cosa diceva della sua giornata tipo

Lascia un commento