Beagle toccano l'erba per la prima volta, dopo una vita in laboratorio: la loro reazione è commovente

Un gruppo di beagle ha assaporato per la prima volta nella propria vita la sensazione di toccare l'erba. Dopo una vita intera passata rinchiusi in laboratorio, i cani hanno apprezzato le bellezze della natura.

Le polemiche attorno ai beagle (e i cani in generale) usati come cavie da laboratorio sono state molto accese nel passato recente. Numerose ricerche scientifiche rilevanti sono state realizzate proprio grazie ai test su questi cani. Molti animalisti e, in generale, amanti dei cani trovano ingiusto che gran parte dell'infanzia degli animali venga vissuta tra quattro mura e frequenti sofferenze. Ma perché proprio i beagle sono le 'perfette' cavie per i ricercatori? In primis, c'entra il loro temperamento docile, che li rende meno propensi a reagire nervosamente allo stress e alle attività da laboratorio.

Un beagle adulto. Foto stock
Un beagle adulto. Foto stock

Anche le loro dimensioni sono un fattore importante: non sono né troppo grandi né troppo piccoli. Altrettanto rilevante è la loro buona salute e la loro longevità, che li rende utili per studi a lungo termine. Inoltre i beagle sono una 'razza pura', dotata di una certa uniformità nelle caratteristiche genetiche e quindi con un numero minore di variabili. La sensibilità attorno al tema è cresciuta esponenzialmente negli ultimi anni e molte associazioni di ricerca stanno facendo in modo di ridurre o eliminare la necessità di usare animali nelle sperimentazioni.

I beagle liberati toccano l'erba per la prima volta: la reazione è adorabile

Le associazioni animaliste, da anni, si oppongono al loro utilizzo nei laboratori. Per questo, non è raro leggere di incursioni di attivisti/e nelle stutture, culminate con la liberazione dei cani. Su YouTube, è diventato virale un video che mostra proprio alcuni beagle liberati che toccano l'erba e vedono la luce del sole per la prima volta nella loro vita. La loro reazione è commovente: alcuni esemplari appaiono incerti, come se avessero paura di toccare l'erba, proprio perché ne ignoravano l'esistenza. Una differenza enorme con il restante 99% dei cani, che fin da cuccioli trascorrono del tempo all'aperto e adorano il contatto con il terreno.

Un video dall'enorme carica emotiva. Chiudiamo con alcune curiosità poco conosciute sui Beagle: in passato, erano usati prevalentemente per la caccia al coniglio. Le loro dimensioni ridotte e l'ottimo olfatto lo rendevano e lo rendono ancora oggi un cane perfetto per quest'attività. Non tutti sanno che Snoopy, uno dei protagonisti di 'Peanuts' (sì, quello che molti chiamano 'Charlie Brown') di Charles Schulz, è un beagle. Per quanto quasi tutti lo conoscano come un cane dalle macchie nere e marroni, esistono esemplari bicolore (bianco - nere) e Snoopy è uno di loro. Sicuramente grazie al loro 'sacrificio', negli anni, sono state fatte importanti scoperte in ambito scientifico, ma condannarli a una vita intera in laboratorio è un comportamento crudele.

LEGGI ANCHE: Australia, cucciolo di canguro mette per la prima volta le zampe a terra: la sua reazione

Lascia un commento