"Sono un fattorino: rifiuto il 75% degli ordini e vi spiego perché"

Un fattorino ha ammesso di rifiutare 3 ordini su 4. L'uomo ha spiegato di seguire un'unica stringente regola quando si tratta di consegne a domicilio.

La pandemia da Covid-19 ha profondamente cambiato la società e le abitudini dei suoi membri. Alcune tendenze già in forte crescita prima di marzo 2020 hanno subito una fortissima accelerata. Un esempio sono gli acquisti online, in tutti i settori. Da diversi anni, ormai, si può ordinare cibo a domicilio tramite app, ma nei mesi in cui i ristoranti non potevano servire al tavolo, quest'abitudine è diventata quasi quotidiana per milioni di italiani. Ora che non ci sono più restrizioni, gli ordini continuano a far registrare numeri simili a quelli del 2020 e 2021. Un ruolo essenziale in questo sistema lo giocano i rider, o fattorini per chi preferisce l'italiano.

Se svolgere questo mestiere d'estate non rappresenta un grande problema, le difficoltà sopraggiungono in inverno, sia per via del freddo che della pioggia. Molti, però, hanno bisogno dell'entrata extra che garantisce loro questo mestiere e, con tanta pazienza, scendono a lavorare in bici o in scooter anche quando le condizioni meteo sono pessime. Eppure ci sono anche fattorini che rifiutano di lavorare, 'cedendo' l'ordine a un loro collega. Uno di questi ha spiegato perché rifiuta, in media, tre ordini su quattro.

Il fattorino che rifiuta il 75% degli ordini

Il suo nome è Jay, che ha preferito non fornire il cognome per proteggere la sua identità. Premessa: lavora come fattorino solo nei fine settimana, per due colossi del food delivery. Proprio perché è un modo per guadagnare solo tre giorni a settimana, accetta solo di consegnare gli ordini dall'importo maggiore, che solitamente equivalgono a quelli con la mancia più generosa. Su TikTok, dov'è registrato come @downtownhustle, documenta il suo lavoro senza mai mostrare il volto. "Prendo una paga di base che dipende dalla distanza percorsa e dalla scomodità del quartiere in cui consegno. Le mance, sia fisiche che digitali, sono tutte mie e non viene trattenuta alcuna percentuale dalla piattaforma", ha spiegato in un'intervista a 'Insider'.

Jay, il fattorino che rifiuta gli ordini con mancia troppo bassa. Fonte: downtonhustle - TikTok
Jay, il fattorino che rifiuta gli ordini con mancia troppo bassa. Fonte: downtonhustle - TikTok

"Tendo a lavorare nei quartieri più benestanti. Quando mi arriva la notifica, guardo subito l'importo del guadagno. Se è da 4,50$ in su, accetto, perché vuol dire che è un ordine grande e le possibilità di mancia aumentano. Se è 2 o 2.50$, rifiuto, perché vuol dire che il cliente non ha dato la mancia in anticipo. Non posso sperare che me la dia. Faccio questo lavoro per guadagnare, non per scommettere. Non a caso, gli ordini senza mancia spesso rimangono inevasi per ore". È stato stimato che negli Stati Uniti le mance, solitamente, oscillano tra i 3 e i 7 dollari a ordine. Jay sostiene: "Credo che quando si ordina del cibo a domicilio, sia quasi obbligatorio lasciare la mancia. È un servizio di alto livello che viene fornito e andrebbe pagato".

LEGGI ANCHE: Rider viene investito da un'auto mentre effettua una consegna: quello che succede dopo è inimmaginabile

Lascia un commento