Tiktoker visita una nazione senza Internet (o quasi): non è la Corea del Nord

Un tiktoker ha visitato una nazione asiatica senza Internet, almeno non come lo conosciamo noi. Ecco di quale paese si tratta e come la gente del posto (e i pochi turisti) ovviano al 'problema'.

Per chi trascorre gran parte del proprio tempo libero navigando tra social e siti d'informazione, l'idea di non avere Internet suona come una sorta di condanna. Eppure, nel mondo, esiste un basso numero di nazioni dove non è possibile collegarsi alla rete o, quantomeno, senza la libertà di cui godono gli italiani. Un esempio che in molti conoscono è quello della Corea del Nord: qui Internet è pressoché inesistente per la popolazione. L'unica eccezione si chiama Kwangmyong, una rete interna controllata che permette l'accesso solo a pochi siti web selezionati dal governo centrale.

La Corea del Nord è la nazione senza Internet per eccellenza.
La Corea del Nord è la nazione senza Internet per eccellenza.

Non lontanissimo dalla Corea del Nord, c'è una nazione decisamente più avanzata tecnologicamente, che tuttavia applica pesanti restrizioni all'uso di Internet. Stiamo parlando della Cina. I siti americani più famosi, come Google (dunque anche YouTube), Facebook e Twitter/X sono inaccessibili. Limitazioni pesanti esistono anche in Eritrea, Turkmenistan, Iran, Birmania/Myanmar, Arabia Saudita, Siria e Sudan. Da una parte c'entra il controllo del governo, ma in molti casi Internet non c'è perché - banalmente - non esistono le infrastrutture per supportarlo. Non a caso, imprenditori come Elon Musk (tramite Starlink) e Mark Zuckerberg (in passato Internet.org, oggi 'Free Basics') hanno avviato programmi per permettere l'accesso semi-gratuito a Internet, con tecnologia satellitare, nelle zone più povere del pianeta.

La nazione asiatica senza Internet (o quasi)

Nella lista dei paesi di cui sopra, compariva anche il Turkmenistan. Un tiktoker americano l'ha visitato e al termine del viaggio ha pubblicato un video in cui sostiene che qui "non ci sia Internet". Nei passaggi successivi, ha precisato che in realtà ci sia, sebbene il cittadino medio usufruisca di una rete con parecchie limitazioni. Siti come Facebook, YouTube e Instagram sono bannati, anche se Google funziona e tramite Google News si riescono ad aprire alcune pagine d'informazione.

@authentic_traveling

Visiting a country with no internet #turkmenistan #centralasia #travelstory #internet

♬ original sound - Chris - Authentic Traveling

Come spiega l'autore nella seconda parte del video, i giovani del posto (come succede in altre nazioni dove Internet è limitato), tramite i software chiamati 'VPN' sono riusciti a trovare un modo per connettersi ugualmente. A volte, però, il governo centrale blocca l'accesso ai VPN e si torna punto e daccapo. Inoltre, esiste la possibilità di accedere a Internet in maniera quasi del tutto libera, tramite l'ambasciata statunitense nella capitale del Turkmenistan. Qui ci sono computer fissi e connessioni Wi-Fi, che gli stessi residenti nella nazione utilizzano per avere una libertà pressoché totale sugli smartphone. Insomma, in Turkmenistan non esiste Internet libero e (quasi) illimitato come lo conosciamo noi, ma con un po' d'ingegno e d'impegno è possibile connettersi ugualmente.

LEGGI ANCHE: Va in uno dei paesi meno visitati al mondo e mostra i piatti tipici

Lascia un commento