Striscia, decine di ragazzi pagano per partecipare a un talent: Max Laudadio rivela che fine ha fatto lo show

Decine di ragazzi si iscrivono a un talent show, che però non si è ancora tenuto: Max Laudadio, inviato di Striscia la Notizia, ha cercato di capirne di più nel corso dell'ultimo servizio realizzato per il programma televisivo.

Tra i servizi realizzati per la puntata di Striscia la Notizia andata in onda ieri, mercoledì 6 dicembre 2023, ce n'è anche uno di Max Laudadio. Il noto inviato del programma di Canale 5 ha fatto luce, in particolare, su un particolare talent show europeo. Il nome dello show è 'Io Talent Europe', e questo ha coinvolto decine e decine di ragazzi, che hanno pagato per parteciparvi. Sfortunatamente, però, dopo diversi rinvii, lo show non si è ancora tenuto. L'inviato del tg satirico ideato da Antonio Ricci ha raccolto le testimonianze di alcuni concorrenti dello show, per capirne di più.

"Io mi sono iscritta a novembre 2021, e mi sono stati chiesti 450 euro. La prima volta che è stato rinviato, la motivazione era stata 'impennata di contagi', la seconda volta c'era stato il conflitto tra Russa e Ucraina, la terza volta problemi di palinsesto televisivo, la quarta volta per mancanza di passaporti biometrici, e la quinta volta per problemi di sicurezza di Scotland Yard", ha spiegato una delle segnalatrici. La concorrente del talent show che non si è mai tenuto ha, poi, aggiunto che "il patron si è sottratto dalla restituzione delle quote, e allora è stata esposta una querela per appropriazione indebita". Inoltre, Laudadio ha spiegato che anche agli accompagnatori dei vari concorrenti, come per esempio i genitori, è stata chiesta un'ingente quota di partecipazione.

Striscia la Notizia: il servizio di Max Laudadio su un talent show molto peculiare

Come rivelato, poi, dall'inviato, circa un'ottantina di ragazzi e ragazze si sono iscritti allo show. L'organizzatore di questo programma sarebbe un certo 'Mario', che si sarebbe presentato con diversi cognomi. Laudadio ha, inoltre, aggiunto che, sembrerebbe che questa persona sia stata arrestata in Lettonia e abbia trascorso diversi mesi in carcere "perché non aveva consegnato computer e altro materiale a centinaia di acquirenti, che avevano pagato in anticipo la merce". Lui, dall'altra parte, si sarebbe sempre dichiarato vittimo di una congiura.

striscia-la-notizia-max-laudadio-segnalatrice
Una delle persone iscritte al talent show. (Fonte: Striscia la Notizia - Canale 5 - Mediaset).

Il talent show, comunque, avrebbe coinvolto numerosi personaggi famosi. Questi ultimi, però, sarebbero solamente delle vittime: la loro immagine sarebbe stata utilizzata soltanto per convincere i ragazzi a iscriversi. A questo punto, Laudadio ha intervistato il patron dell'evento stesso. "Ci sono due eventi che hanno complicato la situazione", ha detto quest'ultimo. Il primo, ha aggiunto, sarebbe collegato alla decisione di una celebre cantante di "chiamare l'ambasciata", la quale avrebbe fatto perdere all'uomo il patrocino sull'evento. Laudadio, però, ha spiegato che, in realtà, la cantante "ha chiesto, tramite la sua manager, delucidazioni sul Patrocinio all'Ambasciata, ma solo dopo aver richiesto ripetutamente al patron del talent di far fronte ai propri impegni".

La fine del servizio

Il secondo problema, ha aggiunto il patrocinio, sarebbe da riscontrare nel fatto che due maestri avrebbero "deciso di condividere tutte le notizie con i ragazzi". Laudadio ha, però, intervistato i maestri, e questi ultimi hanno detto di aver fatto tutto per tutelare i ragazzi e le loro famiglie, dopo che era sorto un problema nel quale i due sarebbero stati coinvolti ingiustamente e senza colpa. Nel corso dell'intervista al patron dell'evento, poi, Laudadio gli ha fatto notare che alcuni loghi di società molto conosciute sarebbero stati inseriti senza l'esistenza di una vera e propria collaborazione. Il patron ha spiegato, però, che il social manager avrebbe inserito i loghi in maniera scorretta senza informarlo. I loghi inseriti riguarderebbero, invece, soltanto il marchio dei premi in palio per il vincitore del talent. "I partner erano quelli che Mario mi aveva inviato, chiedendomi di pubblicarli", ha detto, dall'altra parte, l'ex social media manager.

Chi ha ragione e chi ha torto? Questo non possiamo saperlo, ma la cosa certa, come sottolineato dallo stesso patron, è che i soldi devono essere riconsegnati. "Io non ho mai negato che le persone devono riavere i soldi indietro. Vanno dati, però, quando uno li può dare: non è che uno può trovare 80.000 euro da un giorno all'altro", ha detto l'organizzatore. Il patron, comunque, ha rivelato che i soldi saranno riconsegnati entro la fine del mese di gennaio. Attendiamo aggiornamenti.

LEGGI ANCHE>>>Striscia, multata per aver parcheggiato nel suo posto auto a Milano: Capitan Ventosa segnala un caso paradossale

Lascia un commento