Rai, spunta un'intervista di fine Anni '50 a tre donne operaie: "Molto diverse dalle giovani di oggi"

Direttamente dagli archivi della Rai, è spuntata una vecchia intervista di fine Anni '50 ad alcune donne operaie. Cosa pensavano del proprio ruolo in quel periodo storico di boom economico?

Quando si pensa alla fabbrica, si immagina un luogo frequentato in stragrande maggioranza da uomini. Questo assunto, dati alla mano, è vero: 9 operai su 10 sono uomini, specialmente in determinati settori economici. Tuttavia, nel corso degli anni, non sono mancate centinaia di migliaia di donne italiane che hanno svolto, per periodi brevi o lunghi, questo lavoro. Un periodo che vide un aumento straordinario di donne operaie è senza dubbio quello della Seconda Guerra Mondiale: all'epoca, nei paesi direttamente coinvolti nel conflitto, una percentuale altissima di uomini era arruolata nelle forze armate.

Le operaie non sono una rarità in alcuni settori produttivi.
Le operaie non sono una rarità in alcuni settori produttivi.

Le donne vennero quindi chiamate a sostituirli nei settori chiave dell'industria italiana, compreso il reparto bellico. Finita la guerra, molte donne uscirono dalle fabbriche, ma quel periodo segnò profondamente la società mondiale. Non è un caso che nei decenni immediatamente successivi si iniziò a discutere seriamente di diritti delle donne e l'evoluzione dei ruoli di genere nel mondo del lavoro. Dalle teche Rai, è spuntato un filmato molto interessante. Registrato nel 1959, mostra alcune donne operaie che discutono del loro ruolo all'interno di una fabbrica italiana, per l'esattezza di vinili. Una di loro, infatti, parla di "78 giri", il primo disco fonografico mai esistito.

Le operaie degli Anni '50 parlano delle loro vite

Su TikTok è nato un account che recupera vecchi filmati dagli archivi Rai e li mostra in questo nuovo medium. Tra i video più visti, c'è quello dell'intervista di un giornalista della tv pubblica a tre donne che lavorano in una fabbrica di vinili. Il cronista chiede loro quanti anni abbiano e quali lavori abbiano svolto prima di arrivare in suddetta fabbrica. Le loro risposte sono variegate e mostrano un pezzetto di vita italiana nel periodo di transizione tra gli Anni '50 e '60, che per l'economia del nostro paese fu particolarmente florido.

@deanjuvida

Donne che lavorano in fabbrica #donna #donnalavoratrice #donnalavoro #lavoro #belricordo #anni50 #intervista #italia

♬ suono originale - Deanjuvida

Tra i commenti al video, molti si concentrano sull'aspetto delle operaie. Una di loro, infatti, sostiene di avere 21 anni e più di un utente TikTok nota come appaia parecchio diversa dalle 21enni di oggi. Anche il fatto che alla loro età avessero già diverse esperienze lavorative dimostra come le giovani di 60 anni fa fossero pressoché costrette a maturare prima. I loro sforzi hanno rafforzato l'economia italiana e permesso a quelli che oggi sono i loro nipoti di avere una vita più comoda e agiata. Sicuramente esistono ancora ragazzi e ragazze che a 18 anni sono già costretti a lavorare, ma in rapporto sono decisamente meno rispetto al periodo di cui si parla nel video.

LEGGI ANCHE: Rai, spunta l'intervista di una casalinga degli Anni '50: cosa diceva della sua giornata tipo

Lascia un commento