Entra da solo in un ospedale abbandonato, quello che trova all'interno è da brividi

Un esploratore urbane è entrato, da solo, in un ospedale abbandonato. Questi luoghi trasmettono sempre una certa ansia, anche per via dei tanti episodi che sono successi negli anni di attività. In alcune stanze del nosocomio in questione, sono comparse scritte inquietanti e oggetti appartenenti a un'altra epoca.

Anche in Italia, negli ultimi cinque anni, è cresciuta la popolarità dell'Urbex, crasi dei termini 'Urban' ed 'Exploration'. Per chi non lo sapesse, è un'attività che consiste nel visitare luoghi abbandonati o dimenticati, prevalentemente nelle zone lontane dai centri delle città. Si tratta di un passatempo affascinante, perché all'interno di questi posti è possibile trovare oggetti rari, ma non è un'attività esente da rischi. In Italia, infatti, è permesso entrare in luoghi abbandonati, ma solo per scattare foto e registrare video. Qualsiasi furto, anche minimo, è considerato un reato.

Un ospedale abbandonato, forse, mette più soggezione rispetto ad altri luoghi.
Un ospedale abbandonato, forse, mette più soggezione rispetto ad altri luoghi.

Non solo: un luogo abbandonato, banalmente, è vittima di decadimento. In un palazzo fatiscente può verificarsi un crollo da un momento all'altro e gli esploratori devono essere consapevoli dei rischi. L'essere umano, però, è abituato a camminare, esplorare e soddisfare la propria sete di curiosità. Quando vediamo un luogo abbandonato, sorgono un'infinità di domande: perché? Quando? Come? Non sempre i video riescono a rispondere a questi interrogativi, ma quantomeno offrono una visione a 360 gradi di un luogo che molti guardano volentieri dal proprio smartphone, anziché recarsi di persona, al buio e con il rischio di crolli.

Entra in un ospedale abbandonato da solo: cosa c'è dentro

L'Urbex si è sviluppata negli Stati Uniti prima di tutti gli altri paesi. Proprio dall'America arriva un video affascinante, per gli amanti del genere. Un esploratore urbano, da solo, entra in un ospedale in disuso e nota subito come l'arredamento sia letteralmente a pezzi. Molti vetri sono rotti, dal soffitto è caduto dell'intonaco, ma alcune vecchie scritte e disegni sui muri resistono. La prima è inquietante: c'è un arcobaleno e la scritta: "Mamma aiutami". Non è chiaro chi l'abbia realizzata. Nel resto dell'ospedale, troviamo un vecchio lettino per le visite che è chiaramente arrugginito e ammuffito e cartelle cliniche dei pazienti:

@reichert.exploratory

We found the RAINBOW ROOM! 😳 #abandoned #strangerthings #explore #creepy #fridaythe13th #fyp

♬ Untrust Us (the cocaine is not good for you) - Slowed + Reverb - skyemane

Pur essendo girato negli Stati Uniti, il video è diventato virale anche su TIkTok Italia. Molti nostri connazionali hanno commentato e il sentimento che prevale è quello della paura mischiata ad ammirazione per il coraggio dell'autore del video. "Io che vivo nella stessa casa da 12 anni e ho ancora paura quando è buio", scrive un utente. Altri citano Stranger Things, altri ancora sostengono che l'esploratore urbano abbia fatto una follia a entrare da solo in un luogo del genere. Un altro dettaglio ha sorpreso i fan: il video è online dal 13 ottobre, che quest'anno cade di venerdì. Per gli americani, il numero della sfortuna è il 13 e non il 17. Ma questo è un altro discorso.

LEGGI ANCHE: Entrano in una villa abbandonata e trovano la stanza da letto dei bambini intatta: "Incredibile"

Lascia un commento