Rai, dagli archivi spunta un filmato degli Anni '50 sulle donne lavoratrici: come arrivavano a fine mese

Dagli archivi Rai, è spuntato un filmato molto interessante, appartenente alla serie 'La donna che lavora'. Le protagoniste sono donne lavoratrici di tutte le età degli Anni '50, che raccontano come fanno a sbarcare il lunario, a gestire i figli e i loro guadagni.

Gli Anni '50 rappresentano un periodo particolare nella storia d'Italia. Era da poco finita la Seconda Guerra Mondiale e l'Italia era appena diventata una Repubblica a tutti gli effetti, con la propria Costituzione. Nel 1957 si inizia a parlare seriamente di Europa, grazie alla firma del trattato che istruisce la Comunità economica europea e quello della Comunità europea dell'energia atomica. I due accordi sono conosciuti anche come i Trattati di Roma, essendo stati firmati nella nostra capitale. Sei anni prima, a Parigi, era nata la Comunità europea del carbone dell'acciaio.

A livello economico, è stato un decennio di transizione: dopo i disastri della Seconda Guerra Mondiale, iniziò una ripresa che poi sarebbe culminata con il famoso boom economico degli Anni '60. Tuttavia, in questi anni milioni di italiani vivevano in uno stato di assoluta povertà e c'era bisogno di ricostituire il paese, nel vero senso della parola. Proprio in questo periodo, è nata la Rai come la conosciamo noi. Dal 1944 al 1954, infatti, si chiamava Radio Audizione Italiana: grazie allo sviluppo della televisione, nel 1954 fu rinominata Radiotelevisione italiana.

Dagli archivi Rai spunta un filmato degli Anni '50: le parole delle donne lavoratrici

Proprio la Rai ha raccontato e continua a raccontare la storia d'Italia. Dagli archivi della tv di stato, un utente ha pescato un filmato con varie donne lavoratrici protagoniste. La prima è madre di quattordici figli. Sfortunatamente, quattro di questi sono venuti a mancare e i restanti dieci non vanno a scuola, dovendo aiutare la donna nel lavoro. I bambini raccolgono le olive cadute sul ciglio della strada e le rivendono, guadagnando circa 100 lire al giorno. Nel filmato c'è spazio anche per altre testimonianze, altrettanto interessanti:

@napolisud_

#ladonnachelavora #documentary #sud #perte #viral

♬ suono originale - NAPOLI SUD

A giudicare dall'accento, sono tutte donne meridionali. Una di loro, infatti, cita Taurianova, comune che oggi appartiene alla provincia di Reggio Calabria. Nei commenti, c'è chi sostiene che erano "tempi migliori", ma anche chi fa notare che la vita oggi, per quanto non priva di problemi, sia sicuramente più agevole rispetto a quella del 1959. Qualcuno sostiene che queste persone sono coloro che hanno "reso grande l'Italia". Di certo, grazie al loro duro lavoro, il nostro paese si è ripreso nel giro di un decennio dalla devastazione sociale ed economica causata dalla Seconda Guerra Mondiale. I loro sacrifici hanno messo le basi per lo sviluppo economico degli Anni '60 e il conseguente benessere, di cui godiamo ancora oggi.

LEGGI ANCHE: Rai, spunta un'intervista di fine Anni '50 a tre donne operaie: "Molto diverse dalle giovani di oggi"

Lascia un commento