Striscia, a Roma lo stesso biglietto ha due costi diversi: Jimmy Ghione nota una particolare anomalia

Un'anomalia riguardante la metropolitana di Roma è sotto gli occhi di tutti, e Jimmy Ghione ne ha voluto parlare in un recente servizio realizzato per Striscia la Notizia

Tra gli inviati più noti e amati di 'Striscia la Notizia', c'è sicuramente Jimmy Ghione. Il 'sempre giovane' - come lo chiama il conduttore Enzo Iacchetti - inviato del tg satirico ideato da Antonio Ricci collabora con quest'ultimo sin dalla fine degli anni Novanta, e i suoi servizi continuano a interessare tutti i telespettatori, grazie agli argomenti scelti e al modo in cui l'inviato li conduce. L'ultimo servizio realizzato per il tg satirico, in particolare, ha posto l'attenzione dei telespettatori su un'anomalia, come definita da Ghione, che è sotto gli occhi di tutti, ma di cui si parla poco.

"Ci hanno segnalato un'anomalia", ha spiegato Ghione, e quest'anomalia riguarderebbe il costo dei biglietti della metropolitana di Roma. Dal tabaccaio, infatti, questi biglietti costerebbero un euro e 50, e anche agli sportelli dell'ATAC, l'Azienda per la Mobilità di Roma Centrale. Nulla di strano, dunque, se non fosse che, da un'altra parte, questi biglietti costerebbero di più. "Se, però, il vostro titolo di viaggio lo comprerete al distributore automatico, quanto lo pagherete?", ha chiesto Ghione, che si è recato proprio presso un distributore.

Striscia la Notizia: il servizio di Jimmy Ghione a Roma

Il costo, secondo quanto mostrato da Ghione, è di due euro. Questo perché il biglietto integrato di 100 minuti costa, effettivamente, un euro e 50, ma nel distributore automatico vengono addebitati altri 50 centesimi. "50 centesimi è il costo della card ricaricabile: e quindi, siamo obbligati a spendere 2 euro. Ma io non voglio spendere due euro, ne voglio spendere uno e 50. E perché non ce lo dicono, quando, a pochi metri, c'è lo sportello e lì lo vendono il biglietto a un euro e 50! La gente non lo sa e spende due euro, anche se non ha bisogno di comprare il biglietto ricaricabile", ha spiegato l'inviato.

card-ricaricabile-jimmy-ghione-striscia-la-notizia-roma
Jimmy Ghione mostra il prezzo del biglietto presso il distributore automatico. (Fonte: Striscia la Notizia - Canale 5).

Secondo quanto spiegato dal Presidente dell'Atac, Giovanni Mottura, "il nuovo corso sostenibile ha fatto sì che i biglietti non venissero più emessi dalle nuove macchine". "E questo perché siamo passati da quasi otto milioni di biglietti cartacei al mese, li abbiamo ridotti a meno di quattro milioni", ha spiegato il Presidente. La causa dell'anomalia, che anomalia, praticamente, non è, è la tutela dell'ambiente. Ghione ha, però, chiesto al Presidente Atac di fare maggiore informazione e sensibilizzazione sull'argomento, dicendo dove si può comprare e a quali prezzi. Mottura ha, dunque, promesso che saranno date maggiori informazioni sull'argomento e in maniera più evidente. "Ormai ci sono tanti mezzi per informare in diretta gli utenti, e vediamo di trovare un sistema per fare anche chiarezza su questo punto", ha promesso il Presidente.

LEGGI ANCHE>>>Striscia, esplode il commercio di olio d'oliva contraffatto: la scoperta di Luca Abete è assurda. "Lo vendono addirittura lì"

Lascia un commento