Vanno al bar e ordinano tequila, sale e limone, al posto del sale il barista mette la soda caustica: com'è andata a finire

Un gruppo di quattro persone si è recato presso il bar di una discoteca in pieno centro a Londra e ha ordinato uno shot di tequila, sale e limone ciascuno. Qui il barista ha messo la soda caustica, sostanza usata per sbloccare i tubi, al posto del sale. Come prevedibile, chi l'ha bevuto è finito in ospedale. Poche ore fa è arrivata anche la multa (pesantissima) per quella clamorosa disattenzione.

Quando siamo giovani, spesso, ingeriamo alcol di bassa qualità senza preoccuparcene troppo. In una serata alcolica, d'altronde, l'unica cosa che conta è godersi il momento, senza pensare troppo alle conseguenze. Con il passare degli anni, tendiamo a ubriacarci meno spesso e, soprattutto, a fare attenzione alla qualità delle bottiglie. Un caso a parte è successo il 7 dicembre del 2022 a Londra, quando un gruppo di quattro amici si è recato presso 'Tiger Tiger', una nota discoteca in pieno centro, a due passi da Leicester Square. Qui hanno ordinato uno shot ciascuno di tequila, sale e limone.

Tequila, sale e limone è uno shot molto singolare, ma talvolta può capitare che al posto del sale ci sia la soda caustica.
Tequila, sale e limone è uno shot molto singolare, ma talvolta può capitare che al posto del sale ci sia la soda caustica.

Il barista, dopo aver preso l'ordine, si è accorto che tra gli ingredienti sul suo bancone non c'era il sale. Preso dalla fretta, si è recato in un magazzino e ha preso un bicchiere di plastica, con il quale ha prelevato della polverina bianca da un grosso contenitore bianco. La cattiva notizia è che quello non era sale ma soda caustica, una sostanza chimica che molti usano per sbloccare i tubi otturati. I quattro clienti, seguendo il metodo tradizionale, hanno versato un po' di sale sul palmo della mano, l'hanno leccato e pochi istanti dopo hanno bevuto la tequila assoluta, seguita da un morso alla fettina di limone.

Lo shot di tequila, sale e limone modificato

Come prevedibile, tutti e quattro hanno iniziato a sentirsi male pochi secondi dopo. Alcuni presenti hanno riferito alla stampa di averli visti sanguinare dalla bocca, ma potrebbe essere un'aggiunta sensazionalistica. Il barista, preso dal panico, ha messo alcuni granelli di quella sostanza sulla lingua, sentendola immediatamente bruciare e capendo di aver commesso un errore gravissimo. Subito dopo, sono arrivate l'ambulanza e una volante della polizia; la prima ha portato il gruppo in ospedale mentre gli agenti hanno sequestrato la sostanza, confermando che fosse soda caustica e quindi non adatta al consumo umano.

Quasi due anni dopo, è arrivata la sentenza emessa dalla Westminster Magistrates Court. I rappresentanti legali del bar si sono subito professati 'colpevoli' davanti ai giudici e la multa al locale è stata di 120.000 sterline, l'equivalente di oltre 138.000 euro. La deputata Aicha Less ha dichiarato: "I dettagli di questo caso sono scioccanti e mostrano una totale mancanza di attenzione nella gestione delle sostanze tossiche". Non è chiaro se, in privato, la discoteca abbia versato anche un risarcimento danni alle quattro persone coinvolte.

LEGGI ANCHE: Ragazza perde l'olfatto per colpa del Covid e lo recupera dopo tre anni: "La prima cosa che ho annusato"

Lascia un commento