Meteo, le previsioni di Mario Giuliacci: "Non ci sono buone notizie per Capodanno"

Molti attendono di sapere che tempo farà a Capodanno: vediamo le previsioni aggiornate a cura di Mario Giuliacci per l'ultima notte del 2023 e la prima alba del 2024. "Ci sarà un protagonista indiscusso", annuncia il colonnello.

Le primissime battute dell'inverno non saranno segnato dal cattivo tempo. Adesso è certo, sebbene vadano fatte alcune precisazioni. Premessa: ormai da oltre dieci giorni, le precipitazioni sull'Italia intera sono scarsissime. In questa settimana, fenomeni parecchio isolati hanno interessato e interesseranno il Sud Italia, ma si tratterà di piovaschi di breve durata e scarsa intensità. A peggiorare la situazione ci penseranno dei venti molto violenti localmente che colpiranno il Nord Italia, tra venerdì e domenica. Oltre all'arco alpino, soffieranno forte sulla Val Padana e anche nelle città principali, come Torino, Milano e gran parte dell'Emilia.

Attenzione anche alle coste occidentali di Sardegna e Sicilia, così come sulle coste tirreniche del Centro e parte del Sud. Al Nord saranno venti caldi, mentre su Sicilia, Sardegna e Meridione soffierà il maestrale. Il vento caldo, come prevedibile, farà salire le temperature sulla Valpadana. E per quanto riguarda il Santo Natale? Domenica 24 il sole splenderà su gran parte d'Italia, ad eccezione dell'intera fascia tirrenica; Liguria, Toscana (giorno 25), Lazio e Campania (giorno 24) potrebbero fare i conti con piogge deboli nei due giorni natalizi, ma si tratterà di episodi poco rilevanti. Esaurito l'effetto vento, sulla Pianura Padana tornerà la nebbia fitta proprio tra Natale e Santo Stefano.

Meteo, le previsioni per Capodanno a cura di Mario Giuliacci

Posto che le previsioni per il Natale hanno un margine di errore bassissimo, passiamo ora a quelle per Capodanno, segnate ancora da incertezza. Giuliacci fa sapere che per la parte 'centrale' delle festività natalizie, il grande protagonista, in Italia, sarà l'Anticiclone delle Azzorre, che lui stesso definisce "insistente" dal 21 al 28. Tuttavia, lo 'scudo' dell'Anticiclone, secondo l'esperto, inizierà a perdere colpi dopo Santo Stefano. La novità dell'ultima ora è che, dopo il 28, finirà la fase di caldo leggermente al di sopra delle medie del periodo e si tornerà a un freddo tipicamente invernale.

Le previsioni di Mario Giuliacci fino a Capodanno.
Le previsioni di Mario Giuliacci fino a Capodanno.

Stando a Giuliacci, infatti, dopo il 28 le temperature massime e minime si abbasseranno di circa 4 gradi, soprattutto sul Nord Italia. Sì, perché la data da cerchiare in rosso è proprio quella del 28 dicembre, quando l'anticiclone cederà il  passo alle correnti fredde. È più che lecito, dunque, attendersi un peggioramento delle condizioni meteorologiche proprio nelle ultime ore del 2023. Al momento, la parola chiave per Capodanno 2024 è "instabilità". Appare probabile che tra il 31 dicembre 2023 e il 1° gennaio 2024 possano tornare le piogge sull'Italia e il Nord sembra seriamente a rischio di passare l'ultima notte dell'anno sotto l'acqua. Non ci sono temporali e nubifragi all'orizzonte, ma la pioggia potrebbe segnare l'arrivo del 2024 su molte regioni settentrionali. All'inizio della settimana prossima sapremo essere più precisi in tal senso.

LEGGI ANCHE: Soap opera a Natale: quali andranno in onda la prossima settimana e quali no

Lascia un commento