Studenti denunciano il Governo: "L'insegnante ha fermato l'esame 90 secondi prima", dov'è successo

Un gruppo di studenti ha deciso di denunciare il proprio Governo per colpa di un insegnante. Tutta colpa di un esame chiuso con 90 secondi di anticipo. Ecco perché il test in questione è talmente importante da averli portati a intraprendere un'azione legale.

Paese che vai, cultura che trovi. In Corea del Sud, a fine novembre, c'è un giorno molto importante per l'intera nazione e, in particolare, per gli studenti delle scuole superiori che intendono proseguire all'Università. Qui, infatti, non ci si iscrive a un'Università per scelta, ma principalmente per merito. A fine novembre, decine di migliaia di giovani partecipano al College Scholastic Ability Test, conosciuto anche (e soprattutto) come Suneung. Più è alto il risultato del test, più prestigiosa sarà l'università al quale lo studente e la studentessa potranno iscriversi, avendo la precedenza sugli altri.

Per capire quanto sia importante per i coreani, in quel giorno la Borsa apre più tardi, il trasporto pubblico viene fortemente rafforzato e nei minuti in cui c'è la parte di 'Listening' (ascolto) di inglese, gli aerei non possono volare sopra le città dove si tengono i test, per non disturbare gli studenti. Fatta questa dovuta premessa, passiamo all'esame in sé, diviso in 5 fasi: la prima riguarda la lingua nazionale (lettura, letteratura e un argomento a scelta), poi si passa alla matematica; dopo la pausa pranzo, è il turno dell'inglese, seguito da un modulo di storia coreana. L'ultimo blocco riguarda una seconda lingua straniera (otto in totale) e un modulo sul cinese classico.

Denunciano il governo per l'esame fermato 90 secondi prima

Tra break vari, la durata totale dell'esame è di 8 ore. Per i coreani giovani e per i loro genitori, l'esito è importantissimo, perché spesso determina una pagina importante del futuro dello studente, che può ottenere un'istruzione migliore. Ecco perché anche 90 secondi in meno rappresentano una privazione enorme. Quest'anno è successo un incidente inusuale (ma non troppo, come vedremo) nell'efficientissima Corea del Sud: a Seul, al termine della prima parte dell'esame, quella del Coreano, la campanella è suonata 90 secondi prima e i supervisori hanno letteralmente portato via i fogli degli studenti, tra le proteste dei giovani. 

Un momento del Suneung, in Corea del Sud.
Un momento del Suneung, in Corea del Sud.

Gli esaminatori se ne sono accorti e, ammettendo l'errore, hanno permesso agli studenti di recuperare i 90 secondi durante la pausa pranzo, ma solo per riempire spazi vuoti e non permettendo correzioni. Per via del trauma subito, molti studenti hanno abbandonato il test prima del previsto e altri hanno ammesso di aver "perso la concentrazione", non riuscendo a svolgerlo come avrebbero voluto. Per questo, almeno 39 dei partecipanti hanno denunciato il loro governo, chiedendo un risarcimento 20 milioni di WON (poco più di 14.000€) ciascuno. La cifra, a loro dire, rappresenta l'equivalente in denaro del tempo trascorso a studiare per i test (un anno). La cosa curiosa è che un evento quasi identico era successo nel 2021, quando la campanella suonò 2 minuti prima. Un gruppo di studenti di Seul fece causa al governo e ottenne un risarcimento di circa 5.000€.

LEGGI ANCHE: Si trasferisce in Corea del Sud e prende un monolocale 'tradizionale': "Non è come quello in foto"

Lascia un commento