"Sono 10 anni che non compro regali di Natale e la mia vita è migliorata: ecco perché"

Una donna ha ammesso che da 10 anni non compra regali di Natale per nessun membro della sua famiglia o amico. A suo dire, questo suo diniego ha "reso migliore" le festività natalizie. Ecco perché.

Mentre starai leggendo questo articolo, probabilmente sarà già Natale. Dunque, salvo regali dell'ultimissimo minuto (per davvero), i giochi sono già fatti. Non manca chi preferisce esimersi da quest'abitudine per scelta propria o perché le finanze personali non glielo permettono. Una donna di nome Hannah Shewan Stevens ha pubblicato un articolo a titolo personale sul tabloid inglese 'Metro.co.uk' in cui racconta il suo Natale... senza regali. "Mi sveglio nel giorno di Natale e non ci sono regali sotto l'albero, né tanto meno un albero. Vi starete chiedendo: perché? Perché i regali non hanno spazio nel mio giorno di Natale e sono felice così".

Poi precsa: "Da bambina adoravo le festività: trascorrevo tempo con la famiglia, mangiavo cioccolata in quantità, amavo stracciare la carta dei pacchi, che contenevo regali costosi. Per me era il Paradiso". Poi, però, qualcosa è cambiato quando i genitori hanno divorziato. "Vedevo mia madre sempre più in difficoltà e stressata per trovare i soldi per fare i regali a tutti noi. Un anno abbiamo introdotto il Secret Santa, in modo che i costi diminuissero per tutti. Ci siamo goduti la giornata senza il pensiero ossessivo dei regali da scartare. Nel 2013, vista la crisi economica globale, abbiamo deciso di mettere in pausa la tradizione dei regali, per evitare di sostenere una spesa così grande a fine anno".

Da 10 anni non fa regali di Natale

Il 2013 è stato un anno particolare: "Svegliarsi il giorno di Natale pensando che non ci fossero regali è stato bizzarro. Mi è sempre piaciuto guardare l'espressione facciale di una persona che rompeva con impazienza la carta regalo, per poi illuminarsi dopo aver visto il contenuto del pacco. La mancanza di regali, però, non ha diminuito la gioia: ci siamo concentrati di più sulla possibilità di trascorrere del tempo di qualità insieme. Abbiamo mangiato cibo delizioso, bevuto vino, trascorso ore a parlare e passeggiare. La parte positiva è che non eravamo preoccupati su come recuperare soldi spesi nei mesi seguenti".

Hannah e la sua famiglia non si fanno regali di Natale a vicenda da 10 anni.
Hannah e la sua famiglia non si fanno regali di Natale a vicenda da 10 anni.

"Da quell'anno ho capito - prosegue - che lo scambio di regali non è una parte essenziale del Natale, o quantomeno non dovrebbe esserlo. Dieci anni fa abbiamo deciso che in famiglia era nata una nuova tradizione: niente regali di Natale. E nessuno è tornato indietro". Anche Hannah non sopporta il consumerismo sfrenato di questi giorni: "Al posto di spendere soldi in regali, li usiamo per altro. Agli altri diamo la nostra attenzione: a casa si parla di qualsiasi cosa, dai temi politici delicati ai nostri segreti più imbarazzanti". Inoltre, la famiglia non prepara più la cena di Natale tradizionale, ma ogni anno propone un menù diverso. Lo scorso anno, ad esempio, ognuno ha preparato il suo piatto preferito: "C'era di tutto a tavola: dalla pasta alla bolognese, ai cavolfiori fritti, passando per le alette di pollo".

LEGGI ANCHE: Risotto all'amatriciana, la sfiziosa ricetta di Rossella Cosentino: un caldo abbraccio nel menu di Natale

Lascia un commento