Striscia, Riccardo Trombetta chiede ai tassisti abusivi di Roma Termini perché non ci sono controlli: le reazioni sono assurde

Si torna a parlare di tassisti abusivi nei pressi di Roma Termini: nel servizio realizzato per la puntata di Striscia la Notizia, andata in onda ieri, Riccardo Trombetta ha cercato di fare ulteriormente luce sulla questione.

Niente ferma Striscia la Notizia, nemmeno le feste di Natale e Santo Stefano: anche ieri sera, martedì 26 dicembre 2023, è andata in onda una puntata del noto programma televisivo di Canale 5. Tra i servizi realizzati dagli inviati per la puntata di ieri, e introdotti dai presentatori Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti, c'è anche quello di Riccardo Trombetta. Il noto inviato si è recato nei pressi della stazione di Roma Termini, per far luce su una questione di cui si parla molto spesso: la questione dei tassisti abusivi.

Prima di tutto, l'inviato ha spiegato che trovare un taxi alla stazione Termini di Roma richiede, spesso, davvero molto tempo. Nonostante le diverse proposte del Comune, infatti, per ora si formano ancora file chilometriche, di persone che attendono anche delle ore per prendere un taxi. Questo, rende molto più facile ai tassisti abusivi convincere i turisti ignari a scegliere il loro servizio. Riccardo Trombetta ha, poi, notato che i controlli sembrano essere molto ridotti, e ha cercato di capire perché.

Striscia la Notizia: il servizio di Riccardo Trombetta sui taxi abusivi a Roma Termini

Trombetta ha interpellato uno di quelli che sembrano essere tassisti abusivi, chiedendogli anche perché non ci fossero controlli. Quest'ultimo ha, prima, negato di essere un tassista abusivo, e poi ha iniziato a insultare Trombetta, intimandogli di andarsene. "Non ci sono i controlli? Ma per capire come funziona!", ha detto l'inviato. A un certo punto, Trombetta ha, poi, parlato con un altro uomo, che potrebbe essere un collega del tassista di cui sopra. A quest'ultimo ha fatto la stessa domanda: ci sono i controlli per i tassisti abusivi?

striscia-la-notizia-riccardo-trombetta-roma-taxi-fila-chilometrica
Una delle file chilometriche a Roma Termini. (Fonte: Striscia la Notizia - Mediaset - Canale 5).

Anche quest'ultimo non ha voluto rispondere, dicendo di non essere un tassista abusivo e di avere una prenotazione. "Noi abbiamo la registrazione: lei ci avrebbe preso e ci avrebbe portato all'Auditorium Parco della Musica. E, allora, le chiediamo di non fare più interventi abusivi", ha detto l'inviato.  Al termine del servizio, Trombetta ha segnalato la presenza di alcuni tassisti abusivi nei pressi di Roma Termini a degli agenti delle Forze dell'Ordine, i quali hanno detto che avrebbero fatto un giro di ricognizione.

Insomma: la situazione, nei pressi di Roma Termini, è davvero particolare. Da una parte, abbiamo code chilometriche per taxi ufficiali, e dall'altra abbiamo tassisti abusivi che adescano turisti ignari, spesso facendo loro pagare molti soldi. Tassisti abusivi che, se vengono redarguiti, possono anche rispondere davvero male. E i controlli, almeno secondo quanto dichiarato e mostrato da Trombetta, non sembrano essere sempre di grande efficacia. Scopriremo presto come andrà a finire.

LEGGI ANCHE>>>Striscia, arrivano i bagarini del passaporto: Capitan Ventosa spiega chi sono e perché ottenere il documento richiede "tempi biblici"

Lascia un commento