Il ritorno di Mary Poppins, il film Disney su Rai 1 scatena critiche: "C'è una cosa che manca"

Il ritorno di Mary Poppins, la pellicola Disney trasmessa ieri su Rai 1 riceve critiche aperte da parte dei telespettatori: ecco cosa mancherebbe secondo alcuni di loro

Mary Poppins, l'indimenticabile tata magica creata dalla penna di P.L. Travers, ha conquistato il cuore di milioni di spettatori grazie al film del 1964, in cui Julie Andrews ha dato vita a uno dei personaggi più iconici della storia del cinema. Ieri, su Rai 1, è andato in onda il sequel, "Il ritorno di Mary Poppins", che ha portato la magia di nuovo sullo schermo, ma non senza sollevare controversie.

Julie Andrews, con il suo carisma e il suo talento, ha reso Mary Poppins una figura senza tempo, regalando un'icona che rimarrà indelebile nella memoria di generazioni di spettatori. La carriera straordinaria di Andrews, oltre al suo ruolo di tata magica, comprende successi teatrali e cinematografici, nonché una serie di premi, tra cui un Oscar per la sua interpretazione nel film Disney in questione.

"Il ritorno di Mary Poppins", diretto da Rob Marshall, invece, ha visto Emily Blunt assumere il ruolo della celebre tata. Il cast ha incluso nomi di grande calibro come Colin Firth, Angela Lansbury, Meryl Streep e Lin-Manuel Miranda. Nonostante la presenza di attori eccezionali, il film ha suscitato reazioni miste e un dibattito acceso tra gli appassionati che l'hanno visto ieri sera in tv su Rai 1.

Il ritorno di Mary Poppins, commenti perplessi: cosa non ha funzionato

La trama del sequel si svolge nella Londra degli anni '30, durante la Grande Depressione, quando Mary Poppins ritorna a consolare la famiglia Banks, ormai adulta. Il film conserva la magia e il fascino del suo predecessore, introducendo nuove avventure e personaggi. Tuttavia, nonostante gli sforzi del cast e della troupe, alcune critiche hanno sollevato dubbi sulla riuscita dell'opera.

Uno dei punti di discussione principali è stato inevitabilmente il confronto tra Emily Blunt e Julie Andrews. Malgrado, la Blunt abbia ricevuto elogi per la sua interpretazione impeccabile e il modo in cui ha reso il personaggio "suo", alcuni fan della versione originale non avrebbero potuto fare a meno di paragonare le due attrici. Molti ritengono che Julie Andrews sia insostituibile e che la sua assenza abbia influito sulla percezione del film.

Il ritorno di Mary Poppins

La controversia è stata alimentata ulteriormente dal momento che a Julie Andrews era stata offerta la possibilità di un cameo nel film, (la pellicola avrebbe visto la sua partecipazione nel ruolo della signora con i palloncini, interpretato poi da Angela Lansbury). Andrews tuttavia, rifiutò l'offerta, un gesto che, per alcuni fan, ha reso il ritorno di Mary Poppins incompleto, come se mancasse qualcosa. Diversi commenti sui social media riflettono il sentimento di nostalgia e l'attaccamento alla versione originale: "Bravissima Emily Blunt, ma Julie Andrews resterà sempre la mia Mary Poppins preferita", "Ci sono mostri sacri che non si toccano", "Emily Blunt ha reso più sua Mary Poppins, ma la versione di Julie Andrews sarà sempre la mia preferita".

LEGGI ANCHE: Un Posto al Sole, anticipazioni di venerdì 29 dicembre: Samuel riceve un consiglio inaspettato da Nunzio

Lascia un commento