Australia, koala sta annegando, un uomo interviene e lo salva: ecco come ha fatto

Un koala è in acqua, in seria difficoltà: non riesce a tornare a galla. Per sua fortuna, un essere umano che è da quelle parti, lo salva. Vediamo come ha fatto e come ha reagito il marsupiale a quel gesto che gli ha salvato la vita, nel vero senso della parola.

L'Australia è una nazione affascinante per gli europei, anche e soprattutto per via della sua fauna molto diversa da quella a cui siamo abituati. Oltre al canguro, è un altro l'animale simbolo di questa nazione: il koala. Questa bestia ha sicuramente un aspetto buffo, ma non ama affatto gli esseri umani. In realtà, trascorrendo gran parte della propria vita sugli alberi, raramente vi entra a contatto. Quando lo fa, quasi sempre percepisce gli umani come una minaccia e per questo se necessario si difende, con l'ausilio delle proprie unghie affilate e dei suoi denti aguzzi, che possono provocare ferite profonde.

Un koala in un raro momento in cui non è su un albero.
Un koala in un raro momento in cui non è su un albero.

È un animale che conduce una vita sedentaria e ripetitiva: mangia quasi solo foglie di eucalipto e beve pochissima acqua, potendo trarre i liquidi direttamente dalle foglie. I koala, negli ultimi trent'anni, hanno visto aumentare le minacce alla propria esistenza. Un periodo realmente tragico, però, l'hanno vissuto tra il 2019 e il 2020, nel bienno degli enormi incendi in Australia. Secondo il WWF, in quei mesi sono morti 60.000 esemplari di koala. Come se non bastasse, 19 milioni di ettari di foreste sono andati in fumo, riducendo di molto il loro habitat naturale. Ciliegina (drammatica) sulla torta? L'aumento di CO2 nell'atmosfera ha peggiorato la qualità delle foglie di eucalipto, con inevitabili conseguenze negative per la salute dei koala.

Un koala sta per annegare, un uomo lo salva così

Esistono altre circostanze, più rare, in cui un koala rischia di perdere la vita. Questi animali sono discreti nuotatori, sebbene nel corso delle loro vite raramente finiscano in acqua, preferendo la stabilità degli alberi e della terraferma. In circostanze poco chiare, un esemplare è finito in quello che sembra un fiume. Per sua fortuna, nei paraggi c'era un piccolo gruppo di esseri umani che l'hanno salvato. Ecco come:

In inglese, la persona che ha registrato il video suggerisce al salvatore di non afferrare il koala per la pancia, altrimenti l'avrebbe graffiato. In realtà, presto si accorgono che l'animale è talmente esausto che non avebbe avuto neppure la forza di attaccare. Quasi sicuramente lottava da qualche ora per sopravvivere e non aveva più un briciolo di energia. Al termine del video, gli uomini fanno sapere che avrebbero chiamato i responsabili della salvaguardia degli animali selvatici dello stato del Victoria (dov'è stato girato il video), perché l'animale potrebbe essere ferito, malato o, comunque, aver bisogno di assistenza medica. Anche una volta uscito dall'acqua, infatti, non riusciva a muoversi. La speranza è che oggi sia guarito, ma di certo senza l'intervento di quegli umani, avrebbe perso la vita di lì a poco.

LEGGI ANCHE: Australia, cucciolo di canguro mette per la prima volta le zampe a terra: la sua reazione

Lascia un commento