Cuccioli di pinguino vengono minacciati da un uccello predatore, a salvarli è un eroe inatteso

Un piccolo gruppo di cuccioli di pinguino imperatore ha incontrato una minaccia sul proprio cammino: un uccello predatore. Dopo qualche secondo di paura, sono stati salvati da un altro animale, comparso letteralmente dal nulla in maniera inattesa.

Il clima sta cambiando ed esistono numerose prove scientifiche schiaccianti in merito alla crescita spaventosa e costante della temperatura globale negli ultimi venti anni. I ghiacciai si sciolgono sempre più rapidamente e presto potrebbero scomparire gli habitat naturali di molte specie animali. Un esempio di animali che stanno soffrendo il cambiamento climatico e la perdita di habitat è quello dei pinguini imperatori. Sono uccelli non volanti e vivono esclusivamente in Antartide. Qui mangiano piccoli pesci, calamari e krill per sopravvivere. Vantano anche ottime capacità natatorie, riuscendo a nuotare anche a 40 km/h sott'acqua.

Un cucciolo di pinguino imperatore. Foto stock
Un cucciolo di pinguino imperatore. Foto stock

Come tutti i pinguini, hanno un aspetto buffo e delle gambe che, sulla terraferma, non permettono loro di muoversi velocemente come in acqua. La principale minaccia per gli esemplari adulti è senza dubbio rappresentata dalla foca leopardo e dall'orca. I cuccioli, come succede a tante altre specie animali, sono minacciate da un numero più alto di animali. Uno di questi è il Petrello, un uccello marino. Una sua sottospecie, il Petrello antartico, spesso aggredisce i pinguini appena nati e quelli di piccole dimensioni. Un filmato testimonia proprio l'incontro tra una piccola colonia di pinguini imperatori giovanissimi e un Petrello antartico.

I cuccioli di pinguino, aggrediti da un predatore, vengono salvati da un eroe inaspettato

Un esemplare di grosse dimensioni nota il gruppetto di pinguini e si ferma, aprendo le ali per minacciarli e segnalare la sua presenza. Come dice la voce narrante del video della BBC, le loro capacità di fuga sono parecchio scarse. Uno scivola e il rapace lo colpisce più volte sul collo con il suo becco. Per questo, non rimane loro che un'unica opzione: fare gruppo, nella speranza di impaurire l'uccello. L'esemplare più grosso si posiziona davanti agli altri e prova a sembrare più alto. All'improvviso, però, arriva un eroe inatteso:

L'eroe è un esemplare di Pinguino di Adelia, tra i più aggressivi al mondo. Per quanto sia delle stesse dimensioni di quelli imperatori, la sua sola presenza basta a convincere il Petrello a desistere: l'uccello vola via pochi secondi dopo e smette di dar fastidio ai pennuti. Ciliegina sulla torta: il Pinguino di Adelia si assicura perfino che i suoi simili arrivino in acqua senza problemi. Un filmato affascinante, di una scena normale in Antartide. Come fa notare qualcuno nei commenti, il cameraman deve sentirsi orgoglioso di sé stesso per essere riuscito ad immortalarla. Questo ambiente è seriamente minacciato dal cambiamento climatico e ognuno di noi dovrebbe interrogarsi su cosa fare per inquinare meno e limitare i danni, per quanto già gravissimi.

LEGGI ANCHE: Cucciolo di pinguino ha paura di nuotare: guardate cosa fa quando l'istruttrice lo immerge in piscina

Lascia un commento