F1, l'AD McLaren è convinto: "Tolto Max Verstappen, la stagione non è mai stata così"

In un'intervista concessa ai media ufficiali F1, Zak Brown ha parlato degli obiettivi della McLaren per l'anno prossimo, e di come Max Verstappen abbia influenzato la stagione del 2023. Scoprite cosa ha detto nell'articolo.

La stagione del 2023, per la McLaren, è stata piuttosto positiva. La scuderia inglese, infatti, è passata dal quinto posto, ottenuto nel 2022, al quarto, e i due membri del team hanno raggiunto alcuni dei risultati migliori ottenuti nel corso della loro carriera. Soprattutto nella seconda parte dell'anno, infatti, Lando Norris e Oscar Piastri hanno raggiunto più volte il podio nei Gran Premi, terminando le gare anche in seconda posizione. Piastri e Norris sono entrambi piloti giovanissimi: Norris, ventiquattrenne, ha debuttato come pilota titolare del team McLaren nel 2019, mentre Oscar Piastri, ventiduenne, ha debuttato quest'anno nella classe regina delle auto da corsa, e ha già raggiunto la top 10 nella classifica dei piloti.

Ai microfoni dei media ufficiali della Formula 1 e di Sky Sports, l'Amministratore Delegato della McLaren, Zak Brown, ha parlato positivamente della performance dei suoi piloti. L'obiettivo, ha dichiarato, è quello di continuare, nel 2024, proprio nel punto del percorso in cui si è fermato il team nel 2023. "Sarà interessante vedere dove tutti inizieranno nel 2024, ma abbiamo ottime sensazioni riguardo la nostra evoluzione. Penso che abbiamo imparato molto dal 2023, quindi posso prevedere un inizio della stagione 2024 molto più forte di quello della stagione del 2023", ha dichiarato Brown.

F1, le parole dell'AD McLaren sulla prossima stagione e sull'effetto 'Max Verstappen'

Parlando della stagione 2023, Brown ha menzionato anche il campione del mondo attuale, il pilota del team Red Bull, Max Verstappen. In particolare, l'AD della McLaren ha sottolineato una sorta di paradosso. "È assurdo, perché se la vediamo dal livello di Verstappen, non c'è mai stata una stagione della Formula 1 così poco competitiva", ha dichiarato Brown, evidenziando il fatto che il pilota belga-olandese abbia vinto quasi tutti i Gran Premi. "Ma, dietro Max, non c'è mai stata una stagione così tanto competitiva", ha aggiunto Brown.

f1-max-verstappen-mclaren-obiettivi
L'intervista a Zak Brown. (Fonte: Twitter - X - Formula 1).

In effetti, non considerando il pilota olandese e i suoi spaventosi 585 punti, il punteggio degli altri piloti in classifica era molto vicino. Se tra il secondo e il terzo posto, ad esempio, ci sono 51 punti di differenza, tra il quarto e il settimo i punti sono solo 6. "La distanza nella griglia era incredibilmente stretta e vicina, abbiamo avuto cinque team con otto o più podi, che è un record. Quindi, una macchina non compete con il resto della pista, ma tra il resto delle auto c'è una competizione incredibilmente forte", ha notato Brown. 'Effetto Verstappen' a parte, Brown si è dimostrato decisamente ottimista per la prossima stagione.

LEGGI ANCHE>>>MotoGP, Luca Marini si mostra per la prima volta con la divisa Honda e confessa: "È stato uno shock"

Lascia un commento