Quest'uomo rischia la vita per salvare animali selvatici in pericolo: la sua storia

Un uomo, spesso e volentieri, salva la vita ad animali selvatici in pericolo. Il suo mestiere è rischiosissimo, sia perché spesso si tuffa in acqua o in ambienti pericolosi, sia perché gli animali potrebbero non capire e aggredirlo senza preavviso.

Molte persone adorano gli animali, al punto da rifiutare categoricamente di mangiare la loro carne. Altri vanno oltre ed eliminano qualsiasi prodotto alimentare di origine animale dalla loro dieta. Dal loro condivisibile punto di vista, gli animali sono creature che non meritano di esistere con il solo scopo di saziare gli esseri umani. C'è anche chi, oltre ad evitare di mangiarli sotto forma di carne, salva vite animali in un altro modo: soccorrendoli in situazioni di pericolo.

A questa categoria appartengono Joe Rocco e Jackie Roche dell'associazione 'The Broken Antler Wildlife Search and Rescue'. Senza scopo di lucro, i due si occupano di salvare animali selvatici in pericolo. A volte sono loro a trovarli, ma quasi sempre sono i loro concittadini ad avvertirli. Stando a quanto indicato sul loro sito web, nel 2020 sono intervenuti 468 volte per salvare animali in grave pericolo di morte. Di queste oltre 450 occasioni, due terzi a rischiare erano cervi. Spesso, infatti, le loro corna rimangono incastrate in angoli impensabili delle città o delle foreste, talvolta per errori loro, altre volte per colpa di installazioni umane.

L'uomo che salva animali selvatici in pericolo per professione

In un post pubblicato in passato, i due hanno precisato: "Abbiamo fondato the Broken Antler non solo per salvare animali in pericolo, ma anche e soprattutto per sensibilizzare il pubblico sul tema della vita selvaggia! Spesso un animale è in pericolo per colpa di un essere umano. Se avete reti o amache che non usate in giardino, TOGLIETELE!". Spesso, infatti, i cervi rimangono impigliati con le loro corna proprio tra corde di vario tipo. Altre volte, però, la colpa è dell'animale, che si ritrova in situazioni di pericolo in modi spesso inspiegabili. In questo caso, un video descrive il tutto meglio di qualsiasi parola. Ecco tre minuti di salvataggi da parte di Joe Rocco, come raccontato dalla pagina 'The Dodo'.

C'è spazio sia per un procione che per un enorme gufo, rimasto intrappolato in qualche modo tra i rami di un albero. Come si può vedere, ci sono due cervi giovani e uno adulto, a dimostrazione di come, almeno negli Stati Uniti, questi animali finiscano spesso in situazioni di rischio. Molti, nei commenti, hanno ringraziato Rocco per il suo straordinario lavoro. Nei secondi finali del video, l'uomo dichiara: "Questo non è il mio lavoro. Lo faccio perché amo gli animali. Chi altro lo farebbe al posto mio? A me piace moltissimo".

LEGGI ANCHE: Koala rimane intrappolato in una ringhiera e una donna lo salva: la sua reazione

Lascia un commento