La Befana vien di notte, fan durissimi contro il film di Paola Cortellesi: "Capolavoro di bruttura, ecco perché"

La Befana vien di notte, il film con Paola Cortellesi ieri in onda su Rai 1 riceve qualche critica sui social: ecco per quale motivo qualcuno lo definisce 'capolavoro di bruttura'

Ieri sera su Rai 1, il film "La Befana Vien di Notte," del 2018, ha visto Paola Cortellesi interpretare il ruolo di una maestra elementare con un segreto straordinario. La docente, di giorno una giovane insegnante, si trasforma durante la notte nell'eterna e leggendaria Befana. Tuttavia, il suo mondo viene sconvolto quando viene rapita da un enigmatico giocattolaio di nome Mr. Johnny.

Mr. Johnny ce l'ha con la maestra, dato che il 6 gennaio di molti anni prima, quest'ultima, inavvertitamente, ha rovinato la sua infanzia. La trama si complica quando sei bambini, alunni di Paola, assistono al rapimento e scoprono il suo segreto di trasformazione. Decidono, quindi, di intraprendere un'avventura coraggiosa per salvare la loro insegnante.

Il cast del film include anche il talentuoso Stefano Fresi, noto per la sua versatilità e carisma sullo schermo (lo si ricorda ad esempio nella trilogia "Smetto quando voglio"). L'attore porta il suo contributo alla pellicola con una performance coinvolgente, aggiungendo un tocco di umorismo e profondità al suo personaggio. Ma se la storia è carina e gli interpreti principali abilissimi, perché il prodotto audiovisivo avrebbe ieri subito qualche critica?

La Befana vien di notte, cosa non è piaciuto del film di Paola Cortellesi in onda ieri su Rai 1

Il film, trasmesso ieri su Rai 1, non avrebbe ottenuto il successo sperato in termini di accoglienza social (per gli ascolti è ancora presto per dirlo). I commenti su Twitter/X riflettono sentimenti contrastanti del pubblico. Alcuni utenti esprimono contentezza nell'aver fruito di questo prodotto, altri opinioni negative, suggerendo che Paola Cortellesi potrebbe aver accettato il progetto per motivi finanziari nel 2018. Un utente ritiene che la pellicola sia troppo volgare per i bambini - per via dell'uso di qualche parolaccia - e troppo noiosa e sconclusionata per gli adulti.

Certi commenti online riflettono la delusione del pubblico nei confronti del film, definendolo addirittura "un vero capolavoro di bruttura" e "il film di Natale più brutto di tutti i tempi".  Tuttavia, va notato che il gusto cinematografico è soggettivo, e ciò che può non piacere a una persona potrebbe affascinare un'altra. Nonostante le critiche negative, è importante riconoscere gli sforzi degli attori e della troupe dietro le quinte. "La Befana Vien di Notte" potrebbe non essere stato un successo unanime, ma ciò non toglie il valore dell'impegno e della creatività messi in gioco durante la produzione.

La Befana vien di notte

In conclusione, il film di Paola Cortellesi ha suscitato una serie di reazioni contrastanti tra il pubblico, dimostrando che il Natale cinematografico/televisivo può essere un terreno difficile da conquistare. Mentre alcune critiche sono taglienti, è sempre positivo vedere la passione e il dibattito che circondano le produzioni audiovisive, poiché ciò dimostra che il cinema continua a essere una forma d'arte in continua evoluzione.

LEGGI ANCHE: Maldive, Alessia Marcuzzi in vacanza nell'angolo di paradiso: quanto costa il resort di lusso fronte Oceano

Lascia un commento