Affitti, cercate un appartamento ma il proprietario è indaffarato? Può essere una truffa: ecco perché

Svelata una nuova truffa degli affitti: è la frode del 'proprietario indaffarato'. Ecco come riconoscerla e come, dunque, evitare di cadere nella trappola.

Tra i problemi principali del 2023, da un punto di vista economico, c'è stato sicuramente quello del caro affitti. I prezzi degli affitti sono, infatti, schizzati a livelli altissimi, nelle grandi città come in quelle più piccole.  In particolare, a Milano, gli affitti mensili hanno raggiunto un prezzo incredibile: in media, secondo i dati pubblicati da Idealista nello scorso mese di aprile, nel capoluogo lombardo, l'affitto di una casa, in media, è di 22 euro al metro quadrato. Un appartamento di 40 metri quadrati arriva, dunque, anche a toccare i 900 euro.

Ma tutta l'Italia è stata interessata da un aumento dei costi degli affitti: dal Nord al Sud, infatti, gli affitti sono aumentati, in media, dell'11%. Questo ha causato grandi problemi, soprattutto agli studenti universitari fuori sede, che hanno, per questo motivo, organizzato delle proteste in tutto il Paese. Il problema degli affitti è stato, però, affrontato dal Governo italiano, che ha stanziato dei fondi finalizzati ad arginare il problema, e continuerà a farlo nel 2024.

Affitti: attenzione alla truffa del proprietario indaffarato, è molto pericolosa

In attesa di capire se il problema del caro affitti verrà risolto, c'è un altro problema da discutere. Parliamo, cioè, delle truffe degli affitti. Approfittando della difficoltà dei cittadini a trovare un appartamento da affittare, infatti, alcune persone hanno trovato il modo di 'guadagnare sulle disgrazie' dei cittadini, proponendo appartamenti in affitto che, in realtà, non esistono, e guadagnando centinaia di euro, prima di sparire. Una delle truffe più diffuse è quella del 'proprietario indaffarato'. A parlarne è stato Massimiliano Dona, noto esperto di tutela dei consumatori e presidente dell'Unione Nazionale Consumatori.

Dona ha spiegato che, negli ultimi tempi, un numero sempre maggiore di persone sta cadendo in questa trappola. La truffa del proprietario indaffarato, come dice il nome, consiste nel fatto che il truffatore finge di essere il proprietario di un appartamento, che sembra decisamente bello e con un affitto decisamente economico, e di essere molto indaffarato, perché dice di ricevere mille telefonate da persone interessate ad affittare il suo appartamento. "Adesso lo affitto al primo che mi manda un anticipo!", dice, a questo punto, il proprietario. Ed è qui che si cade nella trappola: versando il primo anticipo, infatti, si danno, effettivamente, soldi a un truffatore, che, in realtà, non è il proprietario di nessun appartamento in affitto.

affitti-truffa-proprietario-indaffarato-affittasi
Cartello 'Affittasi' o, in inglese, 'For Rent'.

Ma la truffa non finisce qui. Dopo aver ricevuto l'anticipo, il proprietario chiamerà di nuovo la vittima della truffa. Questa volta, risponderà in maniera molto più tranquilla e affabile, e dirà alla vittima di aver bisogno del pagamento delle prime due o tre mensilità, per garantire l'affitto. Si rischia, dunque, di pagare anche migliaia di euro per un appartamento inesistente. Per evitare di cadere in questa trappola, non versate mai soldi prima di aver visto l'appartamento, e di esservi assicurati che quest'ultimo è veramente in affitto.

LEGGI ANCHE>>>Conto corrente, quanti contanti possiamo prelevare senza il controllo del fisco? I dettagli sui limiti

Lascia un commento