Conto corrente, quanti contanti possiamo prelevare senza il controllo del fisco? I dettagli sui limiti

Esiste un limite oltre il quale il fisco può effettuare dei controlli sui prelievi di contanti dal conto corrente, oppure possiamo prelevare tutto il denaro che vogliamo? Un noto esperto ha spiegato tutti i dettagli.

Moltissime banche, in Italia, dispongono di punti dove è possibile effettuare prelievi automatici. Mediante il Bancomat, una carta di credito o anche mediante una carta prepagata, è possibile prelevare dei soldi in contanti. Nonostante il pagamento mediante POS sia, praticamente, permesso ed effettuato ovunque, può risultare utile possedere delle banconote e dei soldi contanti, per provvedere a qualsiasi tipo di evenienza.

L'utilizzo di soldi contanti, a differenza di quello mediante carta di credito, non può essere sempre controllato e tracciato in maniera perfetta. Gli acquisti e gli scambi di denaro per questioni illegali, pertanto, vengono effettuati soprattutto attraverso i soldi contanti, oltre che, recentemente, anche con alcune criptovalute. Per questo motivo, dunque, possono sorgere dei problemi riguardanti i soldi contanti e, indirettamente, anche il prelievo di soldi contanti. A questo punto, la domanda sorge spontanea: esiste la possibilità che il fisco controlli i prelievi di soldi contanti, e ci chieda di dimostrare il motivo per il quale abbiamo prelevato un certo quantitativo di denaro? E c'è un limite, oltre il quale gli enti come l'Agenzia delle Entrate possono controllare i nostri prelievi?

Conto corrente: esiste un limite di contanti da prelevare? Ecco tutti i dettagli

Angelo Greco, noto esperto legale, avvocato italiano e direttore della pagina La Legge per Tutti, ha realizzato un video in cui ha spiegato, con precisione, tutti i dettagli riguardanti i limiti al prelievo. In particolare, Greco ha spiegato che, contrariamente a quanto molti possano credere, non esiste un limite. Il Fisco, ha spiegato Greco, fa controlli soltanto sui versamenti di contanti sul conto corrente, e non sui prelievi, a meno che il soggetto in questione non sia un imprenditore. Teoricamente, dunque, i prelievi di contanti possono essere illimitati. Una sorta di limite, però, esiste, anche se non è imposto dal Fisco, ma attiva il controllo da parte delle banche.

@angelogrecoofficial

Quanti contanti si possono prelevare dal conto corrente? #fisco#contanti#conto#contocorrente#soldi

♬ suono originale - Angelo Greco

Come spiegato da Greco, infatti, se si dovessero prelevare più di 10.000 euro nel corso di un mese, anche in momenti frazionati e separati nel tempo, le banche potrebbero chiederci quale uso facciamo dei contanti. La Banca ha questa facoltà, ai fini di un controllo per la prevenzione di eventuali reati, o anche di operazioni sospette. L'avvocato ha, dunque, confermato che i fini del controllo non sono di natura fiscale, ma solo per la prevenzione di operazioni che potrebbero dare dei problemi.

conto-corrente-prelievo-contanti-rappresentazione-grafica
La rappresentazione grafica di un prelievo di contanti. (Immagine realizzata mediante l'Intelligenza Artificiale).

LEGGI ANCHE>>>USA, la regola da conoscere se fate shopping nei negozi americani: attenzione a questo elemento

Lascia un commento