Previsioni del tempo, Mario Giuliacci annuncia: "Importanti novità da qui al 25 gennaio"

Cosa succederà nei prossimi 10-15 giorni a livello meterologico sull'Italia? Le previsioni di Mario Giuliacci parlano di novità all'orizzonte per il periodo tra il 13 e il 25 gennaio.

Siamo nel cuore dell'inverno. Guardando le medie storiche, gennaio e febbraio sono i due mesi più freddi in assoluto per l'Italia. Archiviate le vacanze di Natale, all'insegna di temperature miti e poche precipitazioni (se escludiamo Capodanno), da dopo l'Epifania si è aperta una fase diversa. La prima vera ondata di freddo invernale ha interessato negli ultimi sette giorni e interesserà la nostra penisola per qualche altra ora. Poi, però, qualcosa cambierà. Vediamo cos'ha dichiarato Mario Giuliacci, che dopo l'addio alle reti Mediaset ha aperto un proprio sito e relativo canale YouTube, che fornisce previsioni meteo accurate.

La novità importante è che la fase di freddo intenso si esaurirà tra il 14 e il 15 gennaio. La massa di aria gelida che ha interessato la Scandinava, l'Europa Centrale e solo marginalmente l'Italia, sta abbandonando il Vecchio Continente e spostandosi verso altre latitudini. Almeno nel breve termine non ce ne sarà un'altra. Come spiega Mario Giuliacci, la stratosfera polare non si sta surriscaldando; quando avviene il contrario, è un segnale che solitamente preannuncia la formazione di una massa d'aria fredda. Il cambiamento arriverà, come detto, tra il 14 e il 15, quando sull'Italia giungeranno venti tiepidi dal Nord Africa. Per gli amanti delle temperature miti, però, non ci sono solo buone notizie.

Previsioni del tempo di Mario Giuliacci: fase tiepida ma piovosa fino al 20 gennaio

Sì, perché nel passaggio sul Mediterraneo - afferma Giuliacci - i venti tiepidi diventeranno umidi e porteranno precipitazioni su tutta l'Italia. Quindi i cinque giorni, dal 15 al 20 gennaio, saranno all'insegna di temperature miti (per quanto non proprio anomale) e tanta piogga. Non ci saranno più le gelate notturne degli ultimi sette giorni, ma le minime saranno comunque piuttosto basse. Le massime, invece, aumenteranno di 6-7 o gradi secondo il colonnello. Insomma, una nuova fase di inverno tiepido, un po' come quella vissuta nei giorni successivi al solstizio. A differenza del periodo Natalizio, però, pioverà di più.

Secondo Mario Giuliacci, dalla settimana prossima avrà inizio una fase tiepida ma piovosa sull'Italia.
Secondo Mario Giuliacci, dalla settimana prossima avrà inizio una fase tiepida ma piovosa sull'Italia.

Almeno a giudicare dalle prime proiezioni, saranno giornate piovose ma le precipitazioni non avranno quasi mai carattere temporalesco. Lunedì 15 e martedì 16, ad esempio, la pioggia cadrà sul Centro e sul Sud. Mercoledì 17 e giovedì 18 quasi tutto il Nord farà i conti con fenomeni di moderata entità. Qualche fenomeno più intenso è previsto nella serata di giovedì su Liguria, Toscana e Friuli-Venezia Giulia. Sul resto delle regioni servirà l'ombrello, ma il rischio di temporali violenti, al momento, è basso. Ricordiamo che le previsioni fino a 5 giorni sono affidabili, ma più giorni passano, più aumenta il rischio di errori. Insomma, per sapere con esattezza cosa succederà dopo il 20, bisognerà ricontrollare le previsioni all'inizio della prossima settimana.

LEGGI ANCHE: Spaghetti cacio e pepe o aglio e olio? FraFoodLove unisce le due ricette per "una bomba di gusto"

Lascia un commento