"Ho fumato la prima sigaretta a 8 anni, oggi me ne pento amaramente"

Una donna ha raccontato di aver fumato la sua prima sigaretta a 8 anni. Oggi che ne ha molto di più, deve fare i conti con le conseguenze negative del fumo. Ecco la sua storia.

Una donna di nome Katy Brown ha parlato in esclusiva al tabloid britannico 'Metro' della sua storia di amore e (soprattutto) odio con il fumo. Nella prima parte del lungo racconto, ha parlato degli ultimi strazianti mesi di vita di sua madre, venuta a mancare a 84 anni nel marzo del 2021. Nel novembre del 2020 le hanno diagnosticato una malattia polmonare ostruttiva cronica (nota in inglese come COPD, Chronic obstructive pulmonary disease). Per dirla in termini comprensibili a tutti, è un termine che racchiude vari problemi ai polmoni, come bronchite cronica ed enfisema, rendendo difficile la respirazione stessa dai polmoni. I sintomi più comuni sono tosse forte, muchi in eccesso e stanchezza cronica.

Secondo i dati del Servizio Sanitario Britannico, 9 soggetti su 10 che hanno sviluppato questa malattia sono fumatori o ex fumatori. "Mia madre ha fumato per tutta la vita e non è riuscita a smettere, nemmeno quando i suoi polmoni stavano letteralmente cedendo", ha dichiarato Katy Brown. Tuttavia, la donna che oggi non c'è più, a dire di sua figlia, "era energica, piena di voglia di vivere e ha lavorato fino a 78 anni. Amava avere sempre qualcosa da fare. Negli ultimi due anni di vita, però, quell'entusiasmo era sparito". Proprio negli ultimi giorni di vita della madre, la figlia ha scoperto di aver sviluppato la stessa malattia. La differenza principale è che lei l'ha contratta a 63 anni, mentre sua madre alla soglia degli ottanta.

La donna che ha fumato la prima sigaretta a 8 anni si dice "pentita"

"Ho dovuto lasciare il lavoro di infermiera che ho amato - spiega Katy - ero costantemente stanca e non in buona salute. Dopo una serie di visite, mi è stata diagnosticata la stessa identica malattia di mia madre: Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva". Poi spiega: "Ho fumato la prima sigaretta a 8 anni. Ero con mia sorella in giardino. Inizialmente odiavo il sapore, ma quando ho iniziato a frequentare le scuole superiori, ne ero diventata già dipendente e ho fumato per una vita intera. Sapevo che fumare fosse pericoloso, ma credevo che le possibilità di contrarre una malattia così grave fossero poche". La donna, poi, spiega che dopo "numerosi tentativi" andati a vuoto e dopo aver smesso di fumare per periodi anche lunghi (3 anni), ha smesso definitivamente di farlo nel 2018 con l'aiuto di alcuni medicinali.

Katy ha fumato la prima sigaretta a 8 anni e consiglia ai giovani di non prendere mai questo vizio
Katy ha fumato la prima sigaretta a 8 anni e consiglia ai giovani di non prendere mai questo vizio

Oggi che è in pensione, vorrebbe visitare il mondo e l'India e gli Stati Uniti sono in cima alla lista dei desideri. Con la malattia, però, non è facile svolgere alcune attività quotidiane. La sua fortuna è che, avendo avuto una diagnosi in tempo, può quantomeno combatterla e conviverci, per quanto sia una malattia che oggi è considerata inguaribile. Katy sostiene di aver trovato "il giusto supporto" e grazie all'esercizio fisico sta limitando i danni che la malattia ha già fatto ai suoi polmoni. In conclusione: "Supporto la decisione del governo britannico di bandire totalmente il fumo nel futuro prossimo. Quella da tabacco è una dipendenza orrenda. Fino a qualche anno fa, ero una persona piena di energia e di voglia di vivere. Oggi a metà giornata sono stanca che quasi tutti i giorni mi concedo un riposino pomeridiano". Al termine dell'editoriale, ha invitato i suoi lettori e le sue lettrici a non fumare.

LEGGI ANCHE: Dimentica di essere in aereo e accende una sigaretta: quello che succede dopo è incredibile

Lascia un commento