Gemelle vendute dai genitori alla nascita si ritrovano da adulte: come è stato possibile

Due gemelle che furono vendute dai propri genitori a pochi mesi di vita si sono finalmente reincontrate di recente. La loro storia potrebbe tranquillamente essere usata per scrivere un film e una serie tv.

È sempre bello quando due fratelli o due sorelle si rivedono dopo anni e anni. Quasi sempre dietro le divisioni ci sono motivi tragici, come il decesso di entrambi i genitori. Nel caso odierno, che vede protagoniste due giovani donne di nazionalità georgiana, l'incipit è diverso. Amy Khvitiae e Anno Sartania (che oggi hanno due cognomi diversi) ufficialmente sono state vendute dai loro genitori a pochi mesi di vita. Nel 2021, le due si sono incontrate grazie all'immenso potere dei social, nel caso di specie TikTok. Ancora più curioso come Amy avesse già visto la sorella nel 2014.

Sì, perché sua sorella ha partecipato a Georgia's got talent ed è uscita in televisione. "Ero a casa della mia famiglia adottiva, eravamo sul divano a guardare il programma. Ho visto una persona con il volto identico al mio sullo schermo. Le mie sorellastre chiedevano a mia madre cosa ci facessi in tv, a ballare, usando un altro nome", ha raccontato la ragazza, oggi 23enne. Lei stessa, parlandone con la matrigna, si è interrogata sulla somiglianza. La donna, però, ha spento i suoi entusiasmi: "Nel mondo ognuno di noi ha sette sosia. Lei è una di quelle". Da quel giorno del 2014 sono passati sette anni alla svolta. Nel 2021, l'altra sorella che si chiama Anno (proprio così) stava scrollando su TikTok quando ha notato un volto familiare.

Le sorelle gemelle vendute dai genitori si ritrovano 18 anni più tardi

Amy, infatti, compariva in un video in cui un negozio di piercing mostrava un lavoro sul suo sopracciglio destro della ragazza, che all'epoca aveva i capelli tinti di blu. La sorella ha voluto saperne di più su quella che era la sua sosia ed ha iniziato a cercarla. Non riuscendo a contattarla tramite TikTok, ha inviato il video a un gruppo WhatsApp della sua università chiedendo se qualcuno la conoscesse. Per sua fortuna, tra i membri c'era un'amica della ragazza, che ha messo le due in contatto tramite Facebook. Amy ha capito immediatamente che a scriverle era quella ragazza vista in tv sette anni prima. Le due hanno semplicemente pensato di essere parenti, ma non ricordavano di essere gemelle.

Le gemelle in un incontro recente. Quest'anno compiranno 22 anni
Le gemelle in un incontro recente. Quest'anno compiranno 22 anni

Dopo essersi riviste, le due sorelle hanno iniziato a indagare sulla loro storia. In estrema sintesi, hanno scoperto che le loro madri adottive le hanno prese in cura perché entrambe considerate "bambine non volute", nate in un ospedae che oggi non esiste più. Le donne non sapevano che comprare bambini fosse illegale e avrebbero fatto tutto in buona fede. Non è chiaro neppure quanto abbiano pagato per 'averle'. Ancora più curioso il fatto che di recente, le gemelle abbiano incontrato anche la loro madre biologica, di nome Aza. A suo dire, è entrata in coma dopo aver partorito e le infermiere l'hanno informata che entrambe le gemelle erano decedute per delle complicanze. Quasi sicuramente chi lavorava in quella struttura era coinvolto in un 'mercato nero' di bambini. Insomma, una storia con parecchi lati oscuri. Quel che conta è che oggi tutte e tre siano vive e che finalmente abbiano conosciuto gran parte della verità sul loro passato.

LEGGI ANCHE: "Siamo due gemelle omozigote fidanzate con due gemelli omozigoti", come fanno a distinguerli

Lascia un commento