Striscia, il mercato nero arriva anche al Camposanto: Luca Abete scopre una pratica assurda in un cimitero

Il mercato del nero è arrivato anche al Camposanto: l'ultima scoperta di Luca Abete, inviato di Striscia la Notizia, in un cimitero della periferia di Napoli ha dell'assurdo.

Il mercato nero, o mercato clandestino, è, originariamente quel fenomeno secondo cui determinati beni, la cui vendita è vietata o regolamentata in maniera eccessiva, vengono venduti in segreto, e senza prove tracciabili, da alcuni commercianti. In generale, invece, nei tempi moderni il 'nero' si riferisce a qualsiasi tipo di acquisto, o di lavoro, che viene effettuato al di fuori dei controlli e, dunque, in maniera illegale.

Questa pratica, secondo quanto scoperto da Luca Abete, sembra essere arrivata anche al cimitero. L'inviato di Striscia la Notizia ha, infatti, dedicato l'ultimo servizio andato in onda a un cimitero di Miano, un quartiere di Napoli. Lì, Abete ha fatto una scoperta assurda. Un suo collaboratore ha chiesto informazioni a un addetto del Cimitero comunale di Miano sull'acquisto di un loculo per una sepoltura. "Dovreste fare un bonifico di 4.300 euro al Comune di Napoli. Poi, 200 euro di assegnazione li diamo all'incaricato", ha spiegato l'addetto, assicurando che si trattasse di una pratica corretta.

Striscia la Notizia: la scoperta di Luca Abete nel cimitero di Miano

Il problema, come è facile da intuire, sta proprio nei 200 euro da assegnare al cosiddetto 'incaricato'. 200 euro che, naturalmente, non vengono tracciati, in quanto non c'è emissione di ricevuta fiscale, e che non possono essere pagati insieme al bonifico di 4.300 euro. L'addetto del cimitero ha accompagnato il collaboratore di Abete dal famoso incaricato, spiegandogli che il cliente aveva bisogno di una nicchia per la sepoltura. "Il sistema prevede il pagamento di 200 euro pro manibus per una presunta assegnazione", ha spiegato Abete. L'incaricato ha promesso a quello che credeva fosse un cliente interessato, che con i 200 euro avrebbe accelerato i tempi di assegnazione.

striscia-contatta-responsabile-luca-abete-cimitero-napoletano-cosa-succede
Luca Abete contatta il responsabile della ditta. (Fonte: Striscia la Notizia - Mediaset - Canale 5).

Abete si è presentato di persona presso l'ufficio di Miano, dove ha incontrato uno degli addetti. Nonostante il video mostrato da Abete mostrasse il contrario, quest'ultimo ha negato di aver richiesto una 'mazzetta' di 200 euro. "Io sto da 50 euro in questo cimitero, e non faccio nessuna magia", ha detto l'uomo, negando di avere la capacità di accelerare i tempi per l'acquisizione della nicchia. "Io non ho fatto niente", ha detto l'uomo, promettendo di non speculare sul lutto delle persone, e di aver sempre aiutato i suoi clienti, e non approfittato di loro.

Abete ha, a questo punto, contattato la ditta che gestisce il cimitero, per il Comune di Napoli. Il responsabile della ditta ha ringraziato Abete per la telefonata, e ha dichiarato: "Ci avete reso partecipi di questa questione, che è sconcertante. Da quello che mi racconta è una mazzetta, effettivamente". Il responsabile ha promesso, pertanto, che verranno presi provvedimenti immediati.

LEGGI ANCHE>>>Striscia, attenzione ad acquistare olio extravergine d'oliva in rete: la rivelazione agghiacciante di Luca Abete

Lascia un commento