Striscia, Vittorio Brumotti fa una triste scoperta in un parcheggio disabili a Roma: "Lo sapevo"

Vittorio Brumotti e il suo peculiare souvenir sono tornati, e per il servizio di ieri di Striscia la Notizia si sono recati in un parcheggio per disabili a Roma. Ecco cosa ha scoperto l'inviato.

I servizi di Vittorio Brumotti sono noti per il rischio decisamente alto che l'inviato e la sua troupe corrono ogni volta, per mostrare ai telespettatori la parte brutta, ma tristemente reale, delle grandi città italiane. L'inviato del tg satirico ideato da Antonio Ricci, infatti, solitamente si reca nelle piazze di spaccio più importanti delle città italiane, per provare ad allontanare i malviventi e a restituire la piazza ai suoi cittadini.

Talvolta, però, l'inviato realizza anche servizi meno pericolosi e non incentrati sulla criminalità, ma non per questo meno importanti. Brumotti, infatti, conduce una rubrica sui parcheggi per disabili, per sensibilizzare i cittadini, convincendoli a non parcheggiare sulle strisce gialle, riservate ai disabili, se non dispongono del tagliandino e se non c'è una persona disabile a bordo. Per il suo ultimo servizio, Brumotti si è recato a Roma, in un parcheggio della Capitale. In particolare, ha cercato di capire se qualcuno parcheggiasse la sua auto indebitamente nello spazio riservato ai disabili.

Striscia la Notizia: il servizio di Vittorio Brumotti a Roma

La questione dei parcheggi, soprattutto nelle grandi città, non è facile: trovare un posto è sempre decisamente difficile, e a volte richiede un grande spreco di tempo, Nonostante ciò, però, non è corretto parcheggiare nelle aree riservate ai disabili. Nel corso del servizio di ieri, l'inviato ha fatto diverse scoperte, alcune delle quali piuttosto tristi. Nel giro di poco tempo, infatti, Brumotti ha sorpreso numerose persone nell'area riservata ai disabili, che non disponevano dell'autorizzazione. A tutti questi, l'inviato ha regalato un souvenir particolare: un pupazzo dalla forma delle feci, per sottolineare la 'figura' fatta.

striscia-la-notizia-vittorio-brumotti-gadget-roma-parcheggio
Vittorio Brumotti con il suo gadget dalla forma peculiare. (Fonte: Striscia la Notizia - Canale 5 - Mediaset).

Alcune persone si sono immediatamente allontanate, ammettendo di aver fatto una brutta figura. Altre, invece, hanno cercato di giustificarsi, o di convincere l'inviato di essere in attesa di una persona disabile. In particolare, una donna ha dichiarato di aver dimenticato di mettere il tagliandino. Poi, l'ha messo. Il tagliandino, però, non mostrava la sua foto, ma la foto del fratello disabile. Nonostante avesse il certificato corretto, dunque, la donna non era comunque autorizzata a parcheggiare, perché suo fratello non era con lei. La scoperta più triste, però, è stata un'altra.

A un certo punto, Brumotti ha incontrato un uomo, che ha parcheggiato la vettura nell'area disabili, esponendo il tagliandino. Il documento, però, apparteneva alla madre, una persona effettivamente disabile. L'uomo ha dichiarato di essere in attesa della madre, che dopo circa mezz'ora sarebbe tornata da una visita. Brumotti lo ha lasciato andare, ma qualcosa non lo ha convinto. E, infatti, dopo diverso tempo, l'uomo ha ripreso la macchina e ha lasciato il parcheggio...ma completamente solo! "Lo sapevo! Non c'è la mamma! Che figura!", ha detto l'inviato, spiegando che la madre non c'era, e che l'uomo ha anche utilizzato la mascherina per coprirsi la faccia. "Se non avete un disabile a bordo, non potete parcheggiare. O vi faccio fare una figura di...ecco!", ha avvertito, infine, l'inviato, chiudendo il servizio.

LEGGI ANCHE>>>Striscia, spacciatori invadono un palazzo a Reggio Emilia: la testimonianza raccolta da Vittorio Brumotti è agghiacciante

Lascia un commento