Accudì questo cucciolo di leonessa dopo che la madre l'abbandonò, ora i due sono migliori amici

Un uomo ha mostrato la sua speciale amicizia con una leonessa, che ha salvato quando era un cucciolo abbandonato da sua madre. Ogni volta che vede il suo umano preferito, la leonessa è realmente felice.

I leoni sono animali estremamente protettivi nei confronti dei loro cuccioli. Le madri trascorrono mesi interi senza mai perderli di vista, per insegnare loro a cacciare, procurarsi il cibo e difendersi. Per quanto siano fenomeni rarissimi, talvolta capita che una mamma abbandoni il proprio cucciolo. Generalmente, ciò avviene quando il cucciolo è debole o gravemente malato, ma talvolta può capitare nel caso in cui la madre sia a sua volta malata, debole e pertanto non grado di provvedere nemmeno al proprio sostentamento.

Una leonessa generalmente è molto protettiva verso i suoi cuccioli
Una leonessa generalmente è molto protettiva verso i suoi cuccioli

Un caso del genere ha dato vita a una bellissima storia di amicizia, che forse contiene anche dei sentimenti di vero e proprio amore. I protagonisti sono Valentin, giovane uomo e Sirga, una leonessa che oggi è adulta. Stando al suo racconto, la madre di Sirga non ha allattato i tre figli avuti; due hanno perso la vita, mentre Sirga ha resistito fino a quando Valentin, a dieci giorni di vita, se ne è preso cura. Oggi i due vivono insieme e ogni volta che l'uomo va a trovarla nel suo recinto, lei gli salta addosso e lo abbraccia, come farebbe con una madre. Di fatto, Valentin per lei è un genitore a tutti gli effetti.

Salvò la leonessa quando era un cucciolo, oggi lei ama solo lui

Valentin, inoltre, sostiene di averle insegnato a cacciare e che la leonessa è in grado di catturare prede come le antilopi o altri mammiferi adatti alla sua dieta. La differenza è che, ogni notte, l'animale torna nel suo recinto sorvegliato e impossibile da scavalcare per qualsiasi altro animale. Il paradosso è che la leonessa sa cacciare, ma non sa difendersi. Essendo cresciuta di fianco a un essere umano, infatti, manca di alcune capacità che i suoi simili hanno appreso nella natura selvaggia.

Valentin precisa che "nessuno dovrebbe imitare" quanto fatto da lui, perché si tratta pur sempre di un animale selvatico e imprevedibile. Valentin fa sapere che la leonessa è "tranquilla" quando vede altri esseri umani, ma che nessuno dovrebbe avvicinarla, né tanto meno giocare con lei come fa il padrone. L'unica eccezione è Mikkel, il migliore amico di Valentin, che ha conosciuto Sirga quando aveva poche settimane di vita e, pertanto, lei si è abituata alla sua presenza. I tre trascorrono molto tempo insieme. Insomma, i leoni sono animali selvatici e nessuno dovrebbe pensare diversamente. Tuttavia in casi estremi come l'abbandono da parte della madre, l'intervento umano è l'unica soluzione per evitare loro una fine lenta e dolorosa.

LEGGI ANCHE: Papà leone esagera nel provocare il figlio, la reazione del cucciolo è adorabile

Lascia un commento