"Non ho permesso a un uomo di prendere il posto libero di fianco a me in aereo", gli danno tutti ragione

Un uomo ha raccontato di come abbia detto "no" a un passeggero che voleva occupare il posto libero di fianco a lui in aereo. Al netto di alcune precisazioni fondamentali, infatti, molti gli hanno dato ragione.

A differenza di autobus e metropolitane, sugli aerei i posti sono già assegnati alla partenza. C'è chi paga per avere un posto specifico e chi, non volendo spendere soldi extra, si accontenta dell'assegnazione casuale del posto. Quando la cabina non è piena in ogni ordine di posto, alcuni passeggeri si spostano occupando sedili vuoti. Altre volte, però, dietro un posto libero ci possono essere delle motivazioni particolari. Su Reddit, social network incentrato sulle discussioni testuali piuttosto che su contenuti foto e video, molte persone raccontano fatti di vita privata, 9 volte su 10 in forma anonima. C'è chi parla del tradimento dell'amica del cuore, chi della vendetta al vicino litigioso e chi segnala cartelli e curiosità dal mondo.

Un uomo ha raccontato di come, di recente, abbia litigato con un altro passeggero che pretendeva di occupare un sedile vuoto di fianco a lui. Tuttavia, quel posto non era occupato per un motivo preciso. L'autore del racconto, infatti, viaggiava con un'amica che ha una "grave forma di disturbo di ansia sociale" e che non aveva mai preso un aereo in vita sua prima di allora. Volendo farla sentire a suo agio per tutto il volo (della durata di tre ore), i due amici avevano deciso di pagare tre posti anziché due e occupare l'intera fila, in modo da avere più spazio e di far sentire meno 'soffocata' la ragazza in quell'occasione.

"Non ho fatto occupare il posto libero di fianco a me in aereo"

La donna si è seduta lato finestrino e lui di fianco a lei, occupando il posto centrale e lasciando quello lato corridoio vuoto. Durante il volo, un uomo si è seduto sul bracciolo del posto da lui acquistato e, nel frattempo, ha parlato "a voce molto alta" con alcuni parenti che erano seduti a diverse fila di distanza. L'autore del racconto ha spiegato: "L'ho avvisato che quel posto che non era disponibile perché l'avevo pagato. Mi sembrava scettico, ma si è alzato. Poi, però, ha iniziato a lamentarsi a voce alta e a prendermi in giro insieme ai suoi parenti". Non è certo finita lì: "Per il resto del volo, è rimasto in piedi a pochi centimetri da noi. A un certo punto ho pensato che volesse provocarmi".

I posti in aereo sono già assegnati alla partenza.
I posti in aereo sono già assegnati alla partenza.

Chiedendo agli utenti di Reddit cosa ne pensassero, ha scritto: "A mio avviso gli assistenti di volo avrebbero dovuto impegnarsi di più. Non volo spesso, quindi non lo so. I passeggeri non dovrebbero rimanere seduti a meno che non abbiano un motivo valido per stare in piedi? Il tizio, anche dopo l'atterraggio, continuava a guardarmi male, ma a un certo punto ho iniziato a ridere, perché si stava rendendo ridicolo". Nei commenti, praticamente tutti gli hanno dato ragione. "Lo hai pagato ed è tuo. Può lamentarsi quanto vuole, ma non cambierà nulla", scrive un utente. Un altro è d'accordo: "Non sapeva del problema della tua amica, ma si è comunque comportato in maniera infantile, non rispettandoti".

LEGGI ANCHE: Passeggera riceve un bigliettino dal capitano dell'aereo: "Vieni in cabina", la sua reazione

Lascia un commento