Coppia ristruttura il bagno e tra i muri trova lettere d'amore di 100 anni fa: cosa c'è scritto

Una coppia, durante i lavori di ristrutturazione del bagno di casa, ha trovato numerosi reperti cartacei del secolo scorso, tra cui delle lettere d'amore. Diverse reti televisive locali hanno dedicato servizi a questa storia dai contorni romantici e nostalgici, raccontando una forma di comunicazione che è quasi estinta.

Si dice che la tecnologia abbia "ucciso" il romanticismo. Un tempo, infatti, comunicare con la propria fidanzata non era facile com'è oggi. Non esistevano app di messaggistica istantanea, videochiamate e minuti illimitati da trascorrere al telefono. Prima ancora che il telefono venisse inventato - o quantomeno diventasse un oggetto usato dalle masse - gli amanti comunicavano tramite lettere scritte a mano. Una coppia residente nello stato americano del Minneapolis, Matt e Carrie Tessmer, di recente ha deciso di ristrutturare i bagni di casa propria.

Abbattendo i muri di quella stanza della casa, gli operai hanno rinvenuto degli oggetti che possiamo considerare reperti a tutti gli effetti. Sotto vari strati di pittura, di stucco e di mattoni, c'erano contenitori per medicine, acqua di rose, rasoi e articoli da bagno prodotti da una ditta che non esiste più da tempo. In mezzo ai profumi, le saponette, i trucchi e le bottiglie di glicerina, però i due hanno trovato degli articoli ancora più interessanti: due lettere d'amore. Ancora più curioso il fatto che l'autore, che si firma come "John B." abbia mandato due lettere d'amore quasi uguali a due ragazze diverse, Hazel e Pauline.

Le lettere d'amore ritrovate in un bagno

A entrambe, l'autore chiede se avrebbero partecipato al ballo di San Valentino insieme a lui. Clamoroso come John B. si dica "devoto" a tutte e due, aggiungendo "tuo per sempre" alla fine delle due lettere. A Pauline scrive anche: "So che pensi che io non ti ami più perché non ho risposto subito alla tua lettera precedente", chiudendo con: "Spero tu mi ami ancora". A Hazel fa sapere: "Credo tu sia la ragazza perfetta per il mio San Valentino". Gli attuali padroni di casa, in un'intervista televisiva, hanno dichiarato: "Abbiamo analizzato le lettere. Crediamo che le abbia scritte un ragazzo dai 13 ai 18 anni. Parlava di studi scolastici, di balli di San Valentino. Ci chiediamo anche perché siano tra queste mura. Forse non le ha mai inviate? Se così, perché?".

Nel bagno, la coppia ha trovato numerosi oggetti, tra cui lettere d'amore, giornali e articoli da bagno di circa 100 anni fa.
Nel bagno, la coppia ha trovato numerosi oggetti, tra cui lettere d'amore, giornali e articoli da bagno di circa 100 anni fa.

Dopo qualche ricerca, hanno individuato due possibili 'sospetti' dietro John B.. "Il proprietario della casa ha vissuto quindi con la sua famiglia dagli anni '20 agli anni '50 si chiamava John Pavlo e ha avuto un figlio di nome John, che potrebbe essere l'autore delle lettere". Esiste anche un John Book, nato negli anni '30 e che si è trasferito in quella casa negli anni '60. In soffitta, i coniugi hanno trovato alcuni libri e quaderni scolastici. "Mi farebbe piacere sapere perché le lettere non sono state consegnate e perché sono finite tra le mura del bagno", scherza Carrie. Qui maggiori dettagli e più immagini:

LEGGI ANCHE: Entrano in una villa abbandonata e trovano la stanza da letto dei bambini intatta: "Incredibile"

Lascia un commento