Donna dichiarata deceduta per 27 minuti si risveglia e scrive queste due parole su un foglio

Una donna è stata dichiarata clinicamente deceduta per 27 minuti; al 'risveglio', ha afferrato un foglio di carta e scritto un messaggio per la sua famiglia. La sua storia ha lasciato milioni di persone affascinate, ma c'è anche chi ha provato un senso di inquietudine.

Esistono numerose storie di persone dichiarate clinicamente decedute che si sono risvegliate per raccontare cos'hanno visto. D'altronde gli interrogativi sull'esistenza dell'aldilà inquietano gli esseri umani dalla notte dei tempi e il tema è univesale. Alle persone che, per un breve periodo, non sono state in vita e poi si sono risvegliate appartiene una donna americana di nome Tina Hines. Nel febbraio del 2018, è stata vittima di un arresto cardiaco. Suo marito Brian ha provato a farla rinsavire tramite massaggio cardiaco, ma senza successo. L'uomo ha quindi chiamato l'ambulanza e, durante il tragitto verso l'ospedale, i medici hanno provato a rimetterla in vita per sei volte.

Una volta giunta in ospedale, Tina è stata intubata e si è risvegliata dopo 27 minuti dal momento in cui il marito si era accorto dell'arresto cardiaco. Qui arriva la parte interessante. La donna, appena aver ripreso i sensi, ha chiesto immediatamente un pezzo di carta e una penna, per scrivere un "messaggio" a suoi familiari. Per quanto fosse quasi incomprensibile, ha scritto due parole in inglese: "It's real", traducibile come: "È reale". Quando le hanno chiesto a cosa si riferisse, la Hines ha semplicemente mosso la testa indicando il soffitto e, dunque, l'aldilà (e, nel suo caso, il paradiso). "È stato così reale, i colori erano vividissimi", ha poi dichiarato ad AZFamily.com

La donna dichiarata deceduta per 27 minuti scrive "È reale" su un foglio

Tina ha anche visto una figura umana che, a suo dire, era Gesù Cristo. Chiaramente questa è la sua versione e non va presa come verità assoluta. A livello scientifico, è stato osservato che oltre l'80% delle persone che hanno un'esperienza di pre-morte e si risvegliano, non hanno alcun ricordo di quei minuti. Una percentuale compresa tra il 10 e il 20%, al contrario, racconta di aver avuto esperienze visive o sensoriali. Sempre la scienza ha provato a dare a una risposta a uno dei più grande interrogativi che attanaglia gli esseri umani, su cosa succede nel momento in cui torniamo al Creatore (per chi ci crede).

Questo è il messaggio originale lasciato dalla donna dopo essere stata deceduta per 27 minuti.
Questo è il messaggio originale lasciato dalla donna dopo essere stata deceduta per 27 minuti.

Uno studio effettuato dall'Università del Michigan nel 2013 sui topi ha fornito uno spunto interessante. Nei secondi che precedono il decesso, infatti, il cervello ha un aumento considerevole della propria attività, rispetto ai momenti in cui è sveglio e cosciente. Il dottor Jimo Borjigin, che ha condotto lo studio, ha dichiarato: "Una cosa è sicura: il cervello è molto più attivo nel momento esatto del decesso rispetto a quando è semplicemente sveglio e vigile". 30 secondi dopo che il cuore dei topi ha smesso di battere, è stato registrato un deciso aumento delle onde cerebrali ad alta frequenza. È lo stesso che è successo alla donna deceduta per 27 minuti? Probabile. Una cosa è sicura: gli interrogativi restano. Chi volesse approfondire la sua storia può cercare la pagina "It's real - Heaven" su Facebook.

LEGGI ANCHE: Invia un messaggio al padre defunto e riceve una risposta: come prosegue la conversazione

Lascia un commento