ATP Rotterdam, guardate come Jannik Sinner lascia interdetti Alex de Minaur e il cronista: "Non ci crede"

Il torneo ATP 500 di Rotterdam si è concluso nella maniera migliore possibile: Jannik Sinner ha, infatti, battuto Alex de Minaur, e si è garantito l'accesso al terzo posto del ranking mondiale. In un match ricco di emozioni, c'è stato un momento a dir poco incredibile: guardate cosa è successo.

Che Jannik Sinner sarebbe diventato il terzo tennista al mondo era, ormai, quasi una certezza. Lo era da quando il tennista russo Daniil Medvedev aveva annunciato che non avrebbe partecipato all'edizione 2024 torneo ATP 250 di Doha. Medvedev è, infatti, il campione in carica di questa competizione, denominata Qatar Open, e non parteciparvi significa perdere 250 punti, al termine del torneo. Per questo motivo, a Jannik Sinner sarebbe bastato raggiungere la finale del torneo olandese, per diventare numero 3 al mondo all'inizio della prossima settimana.

Il tennista altoatesino non ha, però, solo raggiunto la finale del torneo olandese, ma ha anche vinto la competizione, battendo l'australiano Alex de Minaur. In questo modo, Sinner ha raggiunto la terza posizione al mondo con una settimana d'anticipo, vincendo anche il suo dodicesimo titolo ATP. In questo modo, il giovane tennista, nato a San Candido, ha raggiunto un club decisamente d'elite, e cioè il club dei tennisti che sono riusciti a raggiungere il terzo posto nella classifica mondiale, come record massimo ottenuto. Tra i tennisti ancora attivi, il club si limita a sette membri: Stefanos Tsitsipas, Dominic Thiem, Marin Cilic, Grigor Dimitrov, Milos Raonic, Stan Wawrinka e, per l'appunto, Jannik Sinner.

ATP Rotterdam: Jannik Sinner sorprende Alex de Minaur, il cronista e tutto il pubblico durante la finale

Ma ieri, Jannik Sinner è riuscito a fare anche di più, entrando direttamente nel club dei più grandi. Non solo ha, infatti, vinto il suo quindicesimo match consecutivo, ma è arrivato a quota dodici dall'inizio della stagione. Solo altri tre tennisti, negli ultimi dieci anni, sono riusciti a vincere i primi dodici match della stagione, e sono i più grandi: Roger Federer, Novak Djokovic e Rafael Nadal. Sinner ci è riuscito giocando il miglior tennis possibile, e battendo in due set un avversario, ieri, che gli ha dato comunque molto filo da torcere. C'è, però, un momento in cui era chiaro che, nonostante la potenza di De Minaur, Sinner avrebbe vinto.

"Modalità muro di mattoni: attivata", si legge nella didascalia del video pubblicato sulla pagina Twitter - X 'TennisTV'. Nel video, è possibile vedere quello che, probabilmente, è il miglior momento del match, e che è stato eletto il 'Gioco del giorno' del torneo olandese. Come potete vedere, Alex de Minaur le ha provate tutte per fare punto, ma Jannik Sinner è stato veramente un 'muro di mattoni', riuscendo a rispondere anche al colpo più difficile da parare, e ha, alla fine, fatto punto, mandando in estasi il pubblico e lasciando interdetto l'avversario, e grande amico, Alex de Minaur. "Ci credete? Sicuramente lui non ci crede", ha detto il cronista, che è rimasto interdetto e sorpreso dal grande talento di Sinner, così come l'avversario australiano.

jannik-sinner-atp-rotterdam-alex-de-minaur-vittoria-terzo-posto
Jannik Sinner festeggia la sua vittoria a Rotterdam. (Fonte: Twitter - X - Jannik Sinner).

"Ho chiesto a Sinner se ha intenzione di perdere almeno un match quest'anno, perché sto iniziando ad avere qualche dubbio", ha detto de Minaur alla fine del match, complimentandosi con l'avversario, con cui ha anche giocato spesso insieme in doppio, e con cui condivide una grande amicizia e un rapporto di stima. Anche noi, in realtà, stiamo iniziando ad avere dei dubbi.

LEGGI ANCHE>>>MotoGP, Francesco Bagnaia commenta lo stile di Marc Márquez: "Ecco come stai guidando la Ducati"

Lascia un commento