Va in vacanza in Marocco ed entra in un supermercato: "Qui costa quasi tutto pochissimo"

Una turista in vacanza in Marocco è entrata in un supermercato locale e ha notato la differenza dei prezzi con il suo paese natale. Il cibo, soprattutto se non importatto, costa pochissimo.

Uno dei temi più caldi degli ultimi 24 mesi è sicuramente l'impennata inflazionistica iniziata nel febbraio del 2022. Una serie di fattori ha causato la tempesta perfetta. L'invasione russa in Ucraina ha fatto sì che i prezzi del grano e di altri alimenti basilari aumentassero vertiginosamente. Il resto lo ha fatto la crescita esponenziale dei costi del gas, dell'energia elettrica e della benzina. Quando la situazione sembrava essersi stabilizzata, è "successo" il 7 ottobre e la tensione è aumentata, con blocchi delle navi mercantili nel Mar Rosso e minore propensione agli investimenti. Insomma, viviamo in una fase economica complessa. Se il PIL i molti membri dell'Eurozona cresce di poco (media tra 0,5 e 1%), ci sono economie storicamente forti che arrancano, Germania e Regno Unito (ufficialmente in recessione) in primis.

Altre nazioni sono state colpite marginalmente dall'aumento dell'inflazione. Una tiktoker spagnola ha pubblicato una testimonianza molto interessante dal Marocco. Recandosi in un supermercato per la spesa e nella speranza di trovare prodotti particolari, ha analizzato i prezzi marocchini. La valuta locale si chiama dirham e 1 vale 0,092€, dunque 10 centesimi. Ohlileven ha ammesso di non aver trovato nulla di stranissimo, ma che i prezzi di alcuni alimenti l'hanno colpita positivamente. Iniziamo con un grande classico per gli italiani: 400 grammi di fusilli di produzione marocchina costano 49 centesimi. Curioso come la confezione contenga 100 grammi in meno rispetto a quella standard italiana.

Marocco, i prezzi del cibo al supermercato sono molto bassi

Rimanendo tra gli alimenti simbolo dell'Italia, scopriamo che la Nutella non è affatto economica: un barattolo standard costa 4.50€, prezzo molto alto per gli standard marocchini. Anche perché un dolce di produzione marocchina, molto simile a una brioche con crema al cacao, costa appena 10 centesimi (la tiktoker lo acquista per assaggiarlo). Anche i gelati sono "molto economici" secondo l'autrice del video, uno a caso costa l'equivalente di 39 centesimi. La giovane trova anche una scatola di preservativi, la cui misura minima è 16 centimetri, venduti a 2.90€ per un pacco da 12. Un litro di latte costa 1€, sicuramente meno rispetto ai prezzi attuali italiani.

Ad esclusione della Nutella, tutti gli altri prezzi del supermercato visitato in Marocco sono risultati molto bassi.
Ad esclusione della Nutella, tutti gli altri prezzi del supermercato visitato in Marocco sono risultati molto bassi.

A buon mercato anche una confezione da quattro Oreo, venduta a 40 centesimi. La ragazza sembra avere una propensione per gli snack dolci, tutti venduti a prezzi molto bassi, tra 0.30 e 0.50€. Una busta di patatine importata costa 1.50€. La 'Coca-Cola falsa' (sic) è venduta a soli 29 centesimi. Tra le poche stranezze, la ragazza trova vasetti di yogurt venduti separatamente. Tre lattine di tonno costano 2.10€. Non un prezzo bassissimo, ma più conveniente rispetto a quello standard italiano attuale. Nei commenti, molti le spiegano che gli stipendi marocchini sono molto più bassi rispetto a quelli europei. Inoltre, secondo la gente del posto, il supermercato visitato dalla coppia sarebbe "di fascia alta". Una ragazza che sostiene di andare spesso in Messico assicura che: "È tutto caro per il prezzo della vita lì. Quello è un supermercato in un quartiere ricco della città, altrove il cibo costa meno".

@ohlileven

Plan de hoy: comprar en un supermercado de Marruecos 🇲🇦 Os juro que cada vez que visito sitios es de mis cosas favoritas ir al super a ver que hay ✨ #marrakech #marruecos #PlanesTikTok #ViajesEnTikTok #viajar #ViajesEnTikTok

♬ sonido original - OHLILEVEN

LEGGI ANCHE: "Vivo in Marocco, ci sono tre cose illegali che in Italia sono normalissime"

Lascia un commento