Cameriera viene licenziata dopo che uno sconosciuto aveva lasciato 10.000$ di mancia: i motivi

Di recente, ha fatto molto discutere la storia di uno sconosciuto che aveva lasciato 10.000$ di mancia a un ristorante; una cameriera che vi lavorava, però, è stata licenziata. La donna ci ha messo la faccia e ha spiegato cos'è successo.

Chi ha lavorato come cameriere sa bene che ricevere la mancia non è mai un dispiace. D'altronde, fa comodo avere 5€ in più a fine giornata per mettere la benzina nel motorino e non dover toccare lo stipendio. Altre volte, con clienti particolarmente generosi, si ricevono propine decisamente superiori a 5€. Di recente, negli Stati Uniti aveva fatto molto discutere la storia di un uomo che ha lasciato 10.000$ di mancia in un bar/ristorante del Michigan. In una storia dai contorni poco chiari, il soggetto in questione aveva solo detto di trovarsi lì per il "funerale di un amico" e di voler lasciare 10.000$ di mancia "per onorare la sua memoria".

Era un cameriere? Gli aveva lasciato una ricca eredità? O era solo un gesto di altruismo? Non lo sapremo mai: l'uomo ha chiesto espressamente di non ricevere pubblicità. I proprietari del Mason Jar Cafe, situato a Benton Harbour nel Michigan, avevano pubblicato la foto dello scontrino: il pasto consumato dall'uomo era di 32 dollari, la mancia di 10.000. Chiaramente, l'importo è stato diviso equamente tra i nove camerieri che lavorano presso la struttura, anche perché questa era la volontà del benefattore. Intervistati dai media locali, i camerieri hanno dichiarato di essere felici di avere 1100 dollari in più in tasca. Al di là di tutto, sono soldi che farebbero piacere a chiunque percepisca uno stipendio 'normale'.

Cameriera licenziata dopo aver ricevuto la mancia da 10.000$

Tutto bene, tutto bello, tutti felici e più amici di prima? No, ovviamente. Nella società ultracapitalistica in cui viviamo, i soldi sono tra le cause principali di litigi tra amici e coniugi. Non è un caso che Linsey Boyd, una delle cameriere, sia stata licenziata il giorno seguente. Il suo avvocato, Jennifer McManus, in una intervista a 'The Guardian', ha chiarato: "Si è creato un clima tossico nel ristorante. Lo staff di cucina si è sentito escluso, perché nessuno di loro ha ricevuto parte della mancia". Linsey Boyd, venendo a conoscenza del malcontento, ha riferito quanto successo ai suoi superiori. Questi, però, hanno preteso che la cameriera rivelasse i nomi di chi aveva da ridire.

Lindsey Boyd è la cameriera licenziata pochi giorni dopo aver ricevuto 10.000$ di mancia.
Lindsey Boyd è la cameriera licenziata pochi giorni dopo aver ricevuto 10.000$ di mancia.

Secondo l'avvocato, la Boyd si sarebbe rifiutata di dirli, per "evitare di ingigantire la questione". Sempre stando alle parole della giurista, la cameriera è stata licenziata per essersi rifiutata di svelare l'identità dei dipendenti scontenti. "Un giorno sono una dipendente modello, l'altro mi licenziano con una telefonata. È la prima volta in 15 anni che sono disoccupata", ha scritto sul suo profilo Facebook. Come prevedibile, i due proprietari del locale, Abel Martinez e Jayme Cousins, hanno dichiarato che il licenziamento non ha nulla a che vedere con la mancia, senza però specificare cosa sia successo. "Non ci piace licenziare, non lo facciamo a cuor leggero. È stata una perdita importante", hanno scritto sui loro profili social.

LEGGI ANCHE: Donna delle pulizie denuncia il suo capo: "Mi hanno licenziata per un errore banalissimo"

Lascia un commento