"Sono andata in pensione a 54 anni dopo un esaurimento nervoso: quali sono i pro e i contro della nuova vita"

Una donna è andata in pensione a 54, essendo praticamente costretta a farlo. Oltre due anni dopo il suo ultimo giorno di lavoro, può raccontare com'è essere pensionata circa dieci anni prima della media.

Sulla faccia della Terra esistono 8 miliardi di persone e, salvo rare eccezioni, un'altissima percentuale di chi ha più di 25 anni è costretto a lavorare almeno fino ai 60 anni, per accumulare i contributi utili ad avere una pensione dignitosa. Alla categoria di chi si è "ritirato" (per dirla all'inglese) prima del previsto c'è Jeanne Thompson. La donna oggi ha 56 anni e non ha un lavoro a tempo pieno dal dicembre del 2021. La Thompson aveva "un ottimo lavoro" in termini di stipendio, come vice presidente di un'importante ditta nel settore finanziario. Il 2020 e il 2021, com'è noto, sono stati due anni complicati.

In quel periodo, molti uffici erano chiusi e chi poteva lavorava da casa. I famosi assembramenti erano vietati e, pertanto, molte riunioni di lavoro avvenivano da remoto, tramite programmi come Skype, Zoom o Google Meet. Proprio il continuo e prolungato utilizzo di Zoom ha portato Jeanne Thompson ad un esaurimento nervoso nel dicembre del 2021. La donna si sentiva esausta dal punto di vista fisico e mentale. Per sua stessa ammissione, lo stess ha creato un rifiuto di tornare in ufficio dopo quasi due anni di lavoro da casa. Ecco perché, disorientata, stanca e non in buona salute, ha deciso di chiedere il pensionamento anticipato. Nei suoi piani, c'era il desiderio di smettere a 60 anni, ma ha sentito la necessità di farlo prima.

In pensione a 54 anni, si sente "disorientata"

"Nel primo anno da disoccupata mi sentivo disorientata, anche un po' persa. Non avevo hobby e per trent'anni avevo uno schema giornaliero fisso, che era venuto meno", ha dichiarato. La buona notizia è che, ben presto, ha trovato un nuovo equilibrio, facendo un lungo viaggio e scoprendo tutte le nazioni del Sud-Est asiatico. Nel 2024 vuole visitare i Caraibi, ma anche Grecia, Italia e Spagna. Non solo: si è iscritta in palestra, ha iniziato a fare alcuni sport ed è perfino 'tornata' a lavorare in un certo senso, diventando consulente finanziaria, ma solo per dieci ore a settimana.

La donna che è andata in pensione a 54 anni durante un viaggio in Vietnam. Credits: Jeanne D'Agostino Thompson - facebook.com
La donna che è andata in pensione a 54 anni durante un viaggio in Vietnam. Credits: Jeanne D'Agostino Thompson - facebook.com

La donna vive a Naples, nota città della Florida, insieme al marito coetaneo e due figli, di 23 e 25 anni. "Può sembrare stupendo andare in pensione a 54 anni, ma non lo è. Nei primi mesi mi svegliavo alle 5, era difficile riposare di più. Facevo quasi 100 chilometri al giorno. Mi alzavo alle 4:30, guidavo per tre ore e staccavo alle 18:30. Dopo due anni di lavoro da casa, non volevo tornare a quella routine, ho avuto un esaurimento nervoso nei primi giorni di rientro in presenza. Quindi ho deciso di andare in pensione. Mi sono accorta che rimanere tutto il giorno a casa non fa per me, sentivo di star sprecando per la mia vita. Oggi ho trovato il giusto compromesso: mi sveglio presto, ma faccio sport per gran parte della mattina. Lavoro un paio di ore al giorno come consulente, poi svolgo le faccede domestiche. Mi sono iscritta a yoga e ho fatto nuove amicizie. Molte persone vogliono andare in pensione presto, ma sappiate che non è facile, specialmente all'inizio".

LEGGI ANCHE: Indagata per aver rubato 100 milioni all'Esercito, riceverà comunque la pensione: l'assurda vicenda

Lascia un commento