Meteo Italia, Mario Giuliacci annuncia: "Novità inattesa dopo il 26 febbraio", cambia lo scenario

Mario Giuliacci, illustrando le previsioni del tempo fino ai primi di marzo, ha annunciato una novità inattesa prevista per il 26 febbraio. Secondo l'esperto, ci sarà un "timido assaggio invernale", meno accentuato di quanto si pensasse. Ecco, in dettaglio, cosa succederà nell'ultima parte del mese.

Il cattivo tempo è arrivato. Oggi, giovedì 22 febbraio, tutte le regioni del Nord Italia - Emilia-Romagna compresa - faranno i conti con piogge moderate. Nel pomeriggio sono previsti fenomeni anche intensi su quasi tutte le province lombarde, specie quelle al confine con la Svizzera. Il vortice carico di piogge insisterà sul Nord anche nelle prime ore di venerdì. Una buona notizia per due motivi: in primis, per l'ampiamente dibattuto tema dello smog: pioggia e vento ne spazzeranno via un bel po', sebbene non risolveranno il problema. E poi, chiaramente, anche per i corsi d'acqua, messi alla prova dall'ennesimo inverno secco.

Il ciclone, a partire da venerdì pomeriggio, scivolerà rapidamente verso Sud, portando piogge su tutte le regioni del Centro e, in serata, anche sul Sud. Non sono attesi fenomeni violenti, con l'eccezione di basso Lazio e Campania, che faranno i conti con veri e propri temporali nelle ore notturne. Sabato una nuova debole perturbazione colpirà il Nord e il Centro, Sardegna compresa, portando pioggia leggera, ideale per i terreni coltivati e i corsi d'acqua. Piogge residue anche su Campania e Calabria, con fenomeni di lieve intensità su Calabria, Basilicata, Puglia e Sicilia. Domenica ancora piovaschi sull'estremo Nord e temporali su Puglia meridionale e Calabria, sereno o poco piovoso sul resto d'Italia. Da giovedì a domenica tanta neve su Alpi sopra i 1200 m, con accumuli importanti (40-60 cm). Insomma, sarà un weekend sotto l'acqua per l'Italia.  Ma cosa succederà dopo?

Mario Giuliacci e la novità per le ultime ore di febbraio

Il weekend sarà accompagnato da un sensibile calo delle temperature, sia massime che minime, per effetto dell'aria fredda proveniente dalla Groenlandia. Tuttavia, secondo Mario Giuliacci, dal 26 al 29 febbraio arriverà una novità inattesa. Ci sarà, infatti, una nuova per quanto breve fase tiepida, causata dal vento di scirocco. I venti saranno "piovosi ma caldi" e le temperature saliranno nuovamente a valori tipicamente primaverili. La 'buona' notizia è che pioverà ancora su quasi tutta l'Italia, permettendo a febbraio di 'recuperare' dal punto di vista della pioggia caduta, dopo una prima metà siccitosa.

Mario Giuliacci ha parlato di una novità inattesa: una fase tiepida, causata da venti di scirocco, per gli ultimi tre giorni di febbraio. Fonte: meteogiuliacci - youtube.com
Mario Giuliacci ha parlato di una novità inattesa: una fase tiepida, causata da venti di scirocco, per gli ultimi tre giorni di febbraio. Fonte: meteogiuliacci - youtube.com

La fase tiepida, però, durerà solo per la prima metà della prossima settimana. Dal 1° marzo in poi, si ripeterà una fase pressoché identica a quella del weekend che sta per iniziare. Temperature di nuovo in calo, piogge abbondanti su tutta l'Italia, accompagnate da venti atlantici, freschi e piovosi. Insomma, sarà una fase dal sapore invernale, per quanto il tanto invocato arrivo del gelo artico non ci sarà. Sembrerà di essere in inverno perché pioverà in abbondanza e le minime saranno piuttosto basse, ma sono lontani i tempi delle nevicate di fine febbraio anche a poche decine di metri sopra il livello del mare. Anche se c'è chi prova a smentirlo, il cambiamento climatico è reale.

LEGGI ANCHE: "Sono andata in pensione a 54 anni dopo un esaurimento nervoso: quali sono i pro e i contro della nuova vita"

Lascia un commento