Madre partorisce prematuramente in aereo, ma è fortunata: chi c'era a bordo

Una madre ha partorito prematuramente mentre era in aereo. Una cabina pressurizzata a diverse centinaia di metri nel cielo non è il luogo adatto per un evento simile, ma la protagonista di questa storia è stata molto fortunata.

Quando una donna è incinta, tende a trascorrere i 30 giorni precedenti la data prevista in casa, pronta a recarsi in ospedale appena inizia il travaglio. L'esperienza ci insegna che le probabilità di un parto prematuro sono relativamente alte e bisogna essere pronti a qualsiasi evenienza. Ecco perché viaggiare in aereo quando si è al nono mese di gravidanza non sembra la migliore idea del mondo. Eppure, lo scorso 23 febbraio una bambina è nata a bordo di un aereo.

I dettagli della storia sono scarni, anche perché la madre ha chiesto di non essere identificata pubblicamente. Non è chiaro perché si trovasse in viaggio in un momento così delicato della sua vita. La storia, però, può essere raccontata e apprezzata per sua eccezionalità. Ci troviamo su un Airbus A320 della compagnia low cost vietnamita VietJet. L'aereo, partito dalla città di Taipei in Taiwan, era diretto a Bangkok in Thailandia. La neo-mamma, pochi minuti dopo il decollo, ha avvisato le assistenti di volo (su quel volo erano tutte donne) del suo... problema. Chiaramente spiazzate per la situazione così particolare, le hostess hanno subito avvertito il capitano dell'evento in corso sull'aereo, accompagnando prima la donna in bagno.

Partorisce a bordo di un aereo: la neo madre aiutata da una coincidenza fortunata

Il capitano, Jakarin Sararnrakskul, è uscito dalla cabina, affidando il controllo dell'aereo a Bammbam Pannathorn, sua co-pilota, anche lei donna. Sararnrakskul non ha potuto far altro che constatare che il parto, di fatto, era già in corso e che non c'era motivo di tornare indietro o di effettuare un atterraggio di emergenza. L'uomo, oltre che capitano di aerei, è anche medico ed ha aiutato la donna a partorire in sicurezza, benché i due si trovassero nella toilette di un aereo, non di certo il posto ideale per un evento simile.

Il post con cui il medico racconta del parto di una madre a bordo del 'suo' aereo.
Il post con cui il medico racconta del parto di una madre a bordo del 'suo' aereo.

La buona notizia è che tutto è andato per il verso giusto. "Ho lavorato per 18 anni come pilota e come medico in aereoporto. Non mi era mai successo di assistere a un parto a bordo di un aereo. La bambina potrà raccontare di essere nata letteralmente in cielo", ha dichiarato il medico/pilota. La madre non ha svelato pubblicamente il nome della nascitura, ma ha assicurato ai piloti e alle assistenti di volo che il suo soprannome sarà l'equivalente di 'Bambna del cielo' per il resto della vita. L'aereo è atterrato con circa 25 minuti di ritardo presso il Suvarnabhumi International Airport, dove alcuni paramedici hanno accolto la madre e il nascituro, portandoli in ospedale per dei controlli. La buona notizia è che la visita di routine è durata poco e i due sono stati dimessi nel giro di qualche ora, potendo tornare a casa. Entrambi stanno benissimo e da venerdì scorso la neo-mamma ha una storia in più da raccontare. Lo stesso sarà per la figlia, quando imparerà a parlare.

LEGGI ANCHE: Marito sale sull'aereo e lascia la moglie in aeroporto: danno tutti ragione a lui

Lascia un commento