30enne cammina scalza ovunque: "Perché lo faccio e dove mi causa più problemi"

Una donna ha ammesso di camminare scalza anche quando è fuori dalle mura domestiche. In un'intervista, ha spiegato cosa la spinge a farlo e quali sono i luoghi dove non usare le scarpe può risultare problematico.

Tutti noi siamo stati bambini. Un dettaglio che molti ricorderanno è che trascorrevamo molto tempo da scalzi, sicuramente più di oggi che siamo adulti. Una donna di 30 anni ha deciso di tornare indietro e smettere in maniera (quasi) permamente di indossare le scarpe. In un'intervista alla versione americana di 'The Sun', ha spiegato cosa l'ha spinta a non spendere più soldi in scarpe, sandali e simili. "Da quando sono bambina, mi piace andare scalza. Poi da adulta ho capito che non era socialmente accettabile. Quando inizi a a farlo, noti che la gente ti fissa e non è piacevole. Dopo un po', però, ci fai il callo, letteralmente e metaforicamente", scherza.

"Io sono riuscita a iniziare ad andare scalza e basta in giro, senza preoccuparmi", spiega. Parlando della reazione di amici e familiari: "Quasi tutti mi chiedevano se ne fossi sicura, o dicevano che era un'abitudine strana e schifosa". Parlando dei benefici, ha ammesso: "Le scarpe sono pesanti. Hai un peso sulle caviglie. Non è naturale, mentre andare scalzi sì. Molti credono che io mi possa infortunare più facilmente così. La verità è che sono diventata molto più attenta rispetto a prima. Mi guardo intorno, cerco i rischi ovunque". Con la stessa sincerità, ha fatto sapere: "D'estate, ho sempre un paio di ciabatte. Vivo in Texas, d'estate l'asfalto è caldissimo. In quei casi, proteggo i piedi. Anche quando si rompe del vetro, indosso scarpe o ciabatte".

La 30enne che cammina scalza

"Se posso entrare nei negozi? Ho imparato a leggere i cartelli. Molti specificano che è obbligatorio avere le scarpe, altri no. Devo fare attenzione, perché non voglio avere problemi e non voglio crearne agli altri".  Di recente, lo staff di due posti le ha chiesto di indossare le scarpe. "In un negozio di libri, non avevano cartelli, ho chiesto e mi è stato vietato l'ingresso. Qualche giorno prima, un tizio era entrato scalzo con i piedi sporchi di fango e aveva macchiato il pavimento. In aeroporto mi hanno riferito che a bordo degli aerei è obbligatorio avere le scarpe ai piedi. Da lì ho imparato la lezione: averne sempre un paio nello zaino, perché ho rischiato di non poter prendere il volo che avevo pagato".

La 30enne mostra come cammini scalza in molti luoghi pubblici
La 30enne mostra come cammini scalza in molti luoghi pubblici

Mara ha 30 anni e tre figli. La più grande delle tre, che ha 11 anni, ha 'copiato' sua madre. "Ama andare scalza, ci va dovunque può farlo. Sono felice, perché ha preso ispirazione da me. Non credo che tutti i miei figli faranno lo stesso". Poi aggiunge: "Le vecchie scarpe? Molte le ho date in beneficenza. Le più nuove le ho conservate per i miei figli, quando saranno adulti. Al matrimonio di un'amica ho indossato delle scarpe con i tacchi, ma al momento del ballo le ho tolte e mi sono sentita subto meglio". Sentirsi meglio, questa è la chiave. "Mi sento più forte e più in equilibrio. Cammino più facilmente. Guido scalza, non è un problema. Non faccio sentieri di montagna, vi assicuro che è fattibile se vivete in città".

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da The Amazing Mara (@theamazingmara)

LEGGI ANCHE: Uomo cammina scalzo da 12 anni: "Ecco come sono i miei piedi oggi"

Lascia un commento