Previsioni del tempo, ecco le regioni italiani dove cadrà più neve a inizio marzo: la mappa

Il principio di marzo sarà ricco di neve, sia sul Nord che in alcune zone del Centro e del Sud. Cadrà anche pioggia in abbondanza su tutte e venti le regioni italiane. Ecco cosa bisognerà attendersi in termini di precipitazioni a partire da domenica.

Quella che sta per chiudersi è stata una settimana ricca di piogge da Nord a Sud, isole comprese. Su alcuni territori si può dire che siano state anche eccessive. A metà settimana, ampie parti del Veneto hanno fatto i conti con allagamenti e piogge torrenziali nel vero senso della parola, in particolare le province di Padova e Vicenza. Anche in Lombardia fiumi e laghi sono andati in piena. Almeno per qualche mese non sentiremo parlare di problema siccità al Settentrione.

Venerdì continuerà a piovere su tutte le regioni del Nord; sabato ci sarà una breve pausa, ma le piogge torneranno abbondanti nella giornata di domenica, specialmente al Nord-Ovest. Le previsioni a medio termine dicono che dopo lunedì non si arresterà il 'treno' di precipitazioni sul nostro paese, ma la buona notizia è che per il resto della settimana saranno decisamente più deboli rispetto a quelle delle scorse ore. Ringraziano fiumi e laghi, che aumenteranno ulteriormente le riserve idriche in vista dell'estate. Per lo stesso motivo, ancor più preziose saranno le nevicate che hanno già colpito e che continueranno a colpire le nostre Alpi. Nei prossimi paragrafi approfondiremo proprio il tema della neve sul nostro paese.

Previsioni del tempo, ecco quanta neve cadrà e dove a inizio marzo

La novità rilevante lato meteorologico è che l'ultima parte dell'inverno sarà dal sapore realmente invernale, dopo un gennaio e una prima metà di febbraio che sembravano più un prolungamento dell'autunno. Domenica, secondo previsioni ormai pressoché certe, un vortice di bassa pressione di origine artica scivolerà sul Settentrione del nostro paese. Non arriveranno nevicate a 0 metri s.l.m., ma non mancheranno le sorprese, dopo due mesi invernali con neve prossima allo zero. Domenica e lunedì l'aria artica si incontrerà con il vortice carico di acqua e provocherà neve sopra i 700 metri su tutta Italia ad eccezione dell'estremo Sud, comprese regioni centrali e meridionali come Lazio, Abruzzo, Campania e Basilicata. Chiaramente si parla delle zone interne. Ecco la mappa postata da Marco M.M., meteorologo molto seguito su Twitter/X. Nelle zone viola e bianche ne cadrà di più:

Le previsioni della neve dei primi giorni di marzo
Le previsioni della neve dei primi giorni di marzo

Come spiega l'esperto, saranno 24 o al massimo 48 ore di stampo davvero invernale al Nord e nelle zone interne del Centro e del Sud. Probabili nevicate non lontanissimo dalla costa in Campania (Monti Lattari) e perfino nella zona dei Castelli Romani. Per il resto, dalla mappa si intuisce come cadrà tanta neve su tutto l'arco alpino, con accumuli che supereranno anche i 50 o 60 centimetri nel giro di 24 ore tra Liguria, Piemonte, Trentino Alto Adige e Valle d'Aosta. Se il meteorologo dice che "durerà poco", secondo ilmeteo.it, da mercoledì 7 l'irruzione gelida, invece, resisterà e porterà neve "fin quasi in pianura al Nord". La conferma o la smentita a tale previsione la avremo nelle prossime ore. Quel che appare certo è che la parte finale dell'inverno 2024 sarà molto più fredda, piovosa e carica di neve di quella iniziale.

LEGGI ANCHE: Torna a casa e fa una scoperta inquietante sul lampadario: la spiegazione

Lascia un commento