Salame e formaggio, il Ministero della Salute annuncia nuovi richiami dai supermercati: "Non consumateli"

Nuovi annunci di lotti ritirati: in questo caso, il Ministero della Salute ha reso noti il richiamo per rischio chimico di un lotto di salame e il richiamo per rischio microbiologico per diversi lotti di formaggio. Scopriamo insieme di cosa si tratta.

Oggi, venerdì primo marzo 2024, sono stati resi noti diversi richiami di prodotti di natura alimentare dai supermercati. In particolare, si tratta di un richiamo per rischio chimico di un lotto di salame, nonché due richiami per rischio microbiologico di diversi lotti di formaggio Castelmagno. Il richiamo per rischio chimico viene effettuato ogni qual volta gli operatori, in seguito a determinate analisi, segnalano la possibile presenza di sostanze chimiche non riportate sull'etichetta, o, comunque, in misura maggiore rispetto a quelle permesse dal regolamento italiano o europeo.

Il richiamo per rischio microbiologico, invece, riguarda la possibile contaminazione di un determinato prodotto da un virus, un batterio o un altro pericoloso agente patogeno. Dato che gli annunci dei richiami sono stati pubblicati dal Ministero della Salute proprio oggi, riportiamo i dettagli su tutti gli annunci, dividendoli per tipologia di richiamo. Pertanto, parleremo prima dei richiami dei lotti di formaggio per rischio microbiologico e, dopo, del richiamo per rischio chimico del lotto di salame.

Salame e formaggio: i dettagli sui richiami annunciati dal Ministero della Salute

Formaggio: i due richiami per rischio microbiologico

Entrambi i richiami riguardano del formaggio Castelmagno Dop. Il nome del produttore è, in entrambi i casi, 'Beppino Occelli la Formaggeria srl', e i marchi di identificazione dello stabilimento / del produttore sono, in entrambi i casi, 'IT L4C8Z CE' e 'IT S8D70 CE'. Il marchio del prodotto del primo formaggio è 'Terre d'Italia', mentre quello del secondo è 'Beppino Occelli'. Il nome o la ragione sociale dell'OSA - Operatore del Settore Alimentare a nome del quale il primo prodotto è stato commercializzato è 'GS S.p.A.', mentre quello del secondo prodotto è 'Beppino Occelli Agrinatura srl'. Lo stabilimento di produzione di entrambi i formaggi è sito a Farigliano, in provincia di Cuneo, ed esattamente nel seguente indirizzo: Località Prella 65/C, 12060.

richiamo-castelmagno-formaggio-terre-italia
Il primo richiamo per rischio microbiologico. (Fonte: Ministero della Salute).

I numeri dei lotti ritirati sono 23147011 e 23154011, e il peso delle unità di vendita è variabile. Le date di scadenza interessate sono fissate dal 2 marzo al 12 maggio 2024. Il motivo dei richiami è la possibile contaminazione da Escherichia Coli, batterio produttore di Shiga-tossine STEC: pertanto, gli operatori raccomandano a coloro che avessero acquistato una confezione facente parte di questo lotto, di non consumare il prodotto e di restituirlo al punto vendita.

lotti-formaggio-beppino-occelli-ritirati-richiamo
Il secondo richiamo per rischio microbiologico. (Fonte: Ministero della Salute).

Richiamo del lotto di salame

Per quanto riguarda il lotto di salame, invece, si tratta di salame con capriolo Rehsalami, a marchio Kofler Viktor & Andreas Ohg. Il numero del lotto di produzione ritirato è 28203, mentre il marchio di identificazione dello stabilimento o del produttore è CE IT D210T. Il nome del produttore è Kofler Viktor & Andreas Ohg, mentre lo stabilimento di produzione è sito nel Comune di Lana, in via Bolzano 78/2.

salame-richiamo-chimico
Il richiamo per rischio chimico del lotto di salame. (Fonte: Ministero della Salute).

La data di scadenza è fissata a 150 giorni dalla produzione, mentre il peso dell'unità di vendita è variabile, ma di circa 200 grammi. Il motivo del richiamo è il possibile superamento del valore di piombo contenuto nel prodotto. L'avvertenza specifica, infine, però, che in Italia non è previsto nessun limite massimo per tale valore.

LEGGI ANCHE>>>Mozzarella, richiamate confezioni di un famosissimo marchio italiano: rischio di tipo microbiologico

Lascia un commento