Colloquio di lavoro, donna rivela: "Se fate questa domanda, quasi sempre vi arriverà un'offerta"

Una donna che sui social dà consigli a chi è alla ricerca di lavoro ha fatto sapere che c'è una domanda specifica da fare in sede di colloquio che, praticamente sempre, porta a un'offerta di impiego.

Ogni giorno, decine di migliaia di italiani navigano sul web alla ricerca di offerte di lavoro. Qualcuno è rimasto disoccupato a lungo e vuole tornare a lavorare; qualcun altro è impiegato ma ha voglia di cambiare aria; altri ancora hanno appena finito l'università e cercano il loro primo impiego. Spesso, sul web, si cercano anche consigli utili per uscire dal colloquio di lavoro con una proposta contrattuale tra le mani. A questa tipologia di contenuto appartiene un video pubblicato da Catherine Lockhart, una donna residente in Texas, negli Stati Uniti, che spesso fornisce consigli a chi è alla ricerca di lavoro. A suo avviso, c'è una domanda 'vincente' che, almeno a lei, ha sempre portato bene.

Secondo la Lockhart, è una domanda da fare nella parte finale del colloquio. Come molti sanno, 99 volte su 100, le persone adette a questo ruolo, dopo aver fatto numerose domande, sono pronti a riceverne alcune. Secondo Catherine, è "sempre bene" avere un paio di domande da fare in sede di colloquio. A suo dire, è una dimostrazione chiara di interesse per il ruolo proposto. L'interrogativo "d'oro" che lei ha sempre fatto e che sembra averle portato bene è: "In questo ruolo, come si fa ad eccellere?". La tiktoker ha poi spiegato: "Questa domanda dà l'opportunità all'intervistatore di spiegare ancora meglio le funzioni quotidiane del ruolo. Inoltre la parola eccellenza comunica che il candidato vuole seriamente eccellere ed eccedere nelle aspettative". Ma non è l'unica.

La domanda d'oro da fare al colloquio di lavoro

Secondo la tiktoker, un'altra domanda (che in pochi fanno) da porre agli intervistatori è cosa amino loro del loro lavoro presso l'azienda in questione. A suo dire, questo interrogativo è utile al contempo sia per mostrare curiosità che per rendere più leggero il tono del discorso. Cosa, invece, secondo Catherine non andrebbe chiesto? "Non chiedete mai dei giorni di riposo retribuiti e non chiedete quali sono gli altri benefit del lavoro". A suo dire, domande simili vanno fatte solo una volta che si è dipendenti dell'azienda. Chiaramente, questa della non è una scienza esatta. Nei commenti, qualcuno ha dissentito.

Catherine Lockhart assicura che chiedere "come raggiungere l'eccellenza" in un lavoro è la domanda d'oro da fare sempre in sede di colloquio.
Catherine Lockhart assicura che chiedere "come raggiungere l'eccellenza" in un lavoro è la domanda d'oro da fare sempre in sede di colloquio.

"Io lavoro nel campo delle risorse umane - interviene un utente - e non sono d'accordo con te. È giusto chiedere delle ferie retribuite, perché sono un diritto del dipendente e parte integrante del contratto di lavoro". Un'altra persona ritiene "giustissimo" fare domande inerenti al lavoro alle persone che già sotto contratto con l'azienda. "Un'altra domanda ottima da fare a fine intervista è sulle soddisfazioni che riceve dal suo ruolo. Amano parlare di loro stessi!", fa sapere l'utente di Instagram. Un terzo utente ha confermato di rivolgere questo tipo di domanda e di aver ricevuto risposte 'molto diverse': "Aiuta a capire quanto sono realmente soddisfatti della loro azienda".

LEGGI ANCHE: "Mi hanno chiamata per un colloquio di lavoro e mandata via dopo 2 minuti", lo sfogo di una giovane

Lascia un commento