F1, Carlos Sainz rivela: "Siamo cambiati rispetto all'anno scorso, ecco perché"

Dopo il primo Gran Premio F1 dell'anno, Carlos Sainz ha parlato di come ha cambiato strategia con il suo team, e perché potrebbe andare meglio quest'anno rispetto al 2023.

Dopo diversi mesi, finalmente la settimana scorsa è iniziato il Campionato mondiale di Formula 1. La stagione si è aperta, come l'anno scorso, in Bahrein. Diversamente dall'anno scorso, però, il Gran Premio si è tenuto di sabato: pertanto, le giornate di gara sono iniziate il giovedì, e terminate il sabato, per rispetto del Ramadan. Anche il prossimo Gran Premio si terrà di sabato, mentre si tornerà alla domenica a partire dal 24 marzo, quando si terrà il Gran Premio d'Australia.

Il primo Gran Premio dell'anno ha riservato diverse sorprese, soprattutto durante le sessioni di prove libere. Dopo il primo posto di Daniel Ricciardo, al termine della prima sessione, Lewis Hamilton ha compiuto il giro più veloce della seconda, mentre Carlos Sainz jr. è stato il pilota più veloce della terza sessione. Lo spagnolo e il compagno di squadra, Charles Leclerc, hanno, poi, disputato delle ottime sessioni di qualifiche, anche se il campione mondiale in carica, dopo delle prove non perfette, è riuscito a ottenere di nuovo la pole position. E, poi, Max Verstappen ha vinto anche la gara, come ha fatto per gran parte dell'anno scorso.

F1, Carlos Sainz è ottimista per questa stagione: ecco perché

In questo modo, il pilota belga-olandese ha dimostrato di essere ancora tra i più forti, e che la stagione 2024, per lui, potrebbe essere una fotocopia della precedente. Chi, invece, sembra destinato a una stagione migliore del 2023, sono i piloti Ferrari, e soprattutto Carlos Sainz. Lo spagnolo, che è arrivato terzo, dietro ai 'soliti' due piloti della Red Bull, si è dimostrato più aggressivo e pronto all'attacco, rispetto all'anno scorso, in cui aveva adottato una strategia più difensiva. Sainz ne ha parlato in maniera più precisa nel corso della conferenza stampa post-gara, in cui ha rivelato di essere più ottimista per questa stagione.

"È un sollievo, sai? Perché ricordo che l'anno scorso, l'ultima volta in cui ho attaccato, è stato in Austria, quindi 13-14 Gran Premi fa. E nel resto delle gare, l'anno scorso, dovevi solo gestire, guardare allo specchietto, controllare la tua velocità. E avevi davvero poche opportunità per sorpassare gli altri, quando io, invece, amo attaccare e sorpassare", ha detto il pilota spagnolo. Quest'anno, invece, Sainz potrebbe avere la possibilità di essere più aggressivo, nel corso di quasi tutta la stagione, perché la nuova macchina targata Ferrari lo potrebbe permettere. "Non penso che faremo così per tutto l'anno, anche perché credo che una delle qualità maggiori della nostra auto si vede nelle qualifiche, e quindi penso che potremmo arrivare a qualificarci più in alto della posizione vera in cui dovremmo essere. Ma, almeno, non penseremo solo a difendere in maniera esagerata come l'anno scorso", ha concluso il pilota.

carlos-sainz-f1-formula-1-ferrari-vittoria-gran-premio
Carlos Sainz parla del terzo posto in Bahrein. (Fonte: Twitter - X - Carlos Sainz).

LEGGI ANCHE>>>ATP Dubai, Andrey Rublev la fa grossa e viene squalificato: guardate l'assurdo momento

Lascia un commento